L’irpino Antonio Ruggiero nominato Cavaliere: ad Ivrea è il carabiniere di tutti

L’irpino Antonio Ruggiero nominato Cavaliere: ad Ivrea è il carabiniere di tutti

29 Giugno 2017

Il maresciallo irpino Franco Antonio Ruggiero è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica italiana. La cerimonia si è svolta a Torino presso la scuola di applicazione dell’Esercito, nel corso delle celebrazioni della Festa della Repubblica del 2 giugno 2017.

Un meritato riconoscimento ad un uomo che ha saputo conservare e profondere i valori arcaici di una Terra matrigna, l’Irpinia, in una cittadina industrializzata del Piemonte, Ivrea, famosa per l’Olivetti e per la sua folcloristica Battaglia delle Arance nel periodo di Carnevale.

Accompagnato dal Comandante della Stazione d’Ivrea e dal Sindaco di Banchette d’Ivrea, Ruggiero ha ricevuto l’attestato, firmato dal Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, dal Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, dal sindaco di Torino Chiara Appendino. Presenti alla cerimonia il Consigliere regionale Nino Boeti, il prefetto Renato Saccone  ed i vertici delle forze dell’ordine Arma Carabinieri.

Di origine  contadine, Ruggiero non hai mai dimenticato le sue radici e così commenta per l’onorificenza ricevuta: “Sono felice, mio padre Pasquale ne sarebbe stato fiero ed è a lui che voglio dedicargli questo importante riconoscimento, che mi guida tutt’ora da lassù”.

Bonitese (è nato a Mirabella Eclano, nel febbraio 1951), Ruggiero si è arruolato il 23 luglio 1971: corso a Chieti e a Roma, poi la prima destinazione, Gaeta. Pochi mesi, prima del trasferimento a Ivrea dove arriva il 19 aprile del 1972 e non si muoverà più, salvo un paio d’anni (a cavallo tra il 1977 e il 1979) a Pont Saint Martin. Benvoluto dall’Arma e dai Cittadini, Ruggiero si è sempre distinto per la sua capacità sintetica ed operativa. Il carabiniere “Roger” o “Flash”, veloce nell’azione, così amano definirlo simpaticamente i cittadini di Ivrea, sempre pronto ad intervenire ed aiutare i più deboli.

Il carabinieri di tutti, sempre presente e al posto giusto al momento giusto, Ruggiero continua ad essere un personaggio pubblico molto conosciuto e stimato. Nel lungo ed onorato servizio dell’Arma, ha svolto numerosi incarichi di particolare rilievo. In passato è già stato insignito della croce d’argento e della croce d’oro per il servizio svolto nella Benemerita, oltre ai diversi diplomi di benemerenza per l’aiuto portato alle popolazioni coinvolte nel corso delle alluvione in Piemonte.