Inchiesta “Ground Zero 2”, parla il presidente della Commissione Antimafia Morra

Inchiesta “Ground Zero 2”, parla il presidente della Commissione Antimafia Morra

18 Ottobre 2019

“A Salerno si arrestano giudici tributari corrotti e loro corruttori, e si becca anche un autore TV in quota Lega e che rischiava di diventare Direttore di RAI 1 qualche mese fa. A Potenza un giro strano di avvocati, ufficiali della GdF, portaborse di ex governatore….”. Lo scrive, su facebook, Nicola Morra, presidente della Commissione Antimafia. Nel post, Morra ripercorre i fatti, parlando sia di quelli accaduti ad Avellino che a Potenza.

Su Avellino. “Arrestato Casimiro Lieto, vicino alla Lega e proposto da Matteo Salvini come direttore di RAI 1, nell’ambito delle indagini sulla Commissione Tributaria di Salerno che vede indagati giudici tributari e imprenditori per corruzione in atti giudiziari. Imprenditore televisivo di Avellino, Casimiro Lieto per anni ha curato i programmi di Elisa Isoardi ed è stato tra l’altro capo autore della “Prova del Cuoco”. Titolo evidentemente decisivo per dirigere RAI 1″.

Su Potenza. “Vanno agli arresti domiciliari invece l’avvocato Raffaele Cristalli De Bonis, il luogotenente Paolo D’Apolito e Biagio Di Lascio, collaboratore di Marcello Pittella. Per la procura del capoluogo lucano il militare, in servizio all’Intelligence, veniva pagato dal legale per avere informazioni riservate. E forniva anche dettagli sulla vita privata del presidente del centrodestra neoeletto alla Regione, Bardi. Il portaborse dell’ex governatore Pittella è accusato invece di essere stato la “cinghia di trasmissione” tra i clienti di De Bonis e gli uffici della Regione per ottenere favori. Indagato e perquisito lo stesso Marcello Pittella, con il quale De Bonis comunicava attraverso ‘pizzini’. Come voi capite, se Sparta piange, Atene non ride. E noi dobbiamo restituire dignità e libertà all’Ellade tutta…”.