Inchiesta “Dolce Vita”, fissato anche il Riesame per l’ex sindaco Festa

0
2619

AVELLINO- Le accuse contro Gianluca Festa alla prova del Riesame. Dopo il rigetto di una attenuazione della misura cautelare deciso dal Gip del Tribunale di Avellino Giulio Argenio, per l’ex primo cittadino arriva la fissazione dell’udienza davanti ai magistrati del Tribunale della Libertà, dove la sua difesa, i penalisti Luigi Petrillo e Concetta Mari hanno proposto istanza di annullamento della misura cautelare agli arresti domiciliari a cui Festa e’ sottoposto a seguito delle indagini di Carabinieri del Nucleo Investigativo di Avellino e Aliquota di Pg delle Fiamme Gialle, coordinata dal Procuratore Domenico Airoma e dai sostituti Vincenzo Toscano e Vincenzo Russo. La data e’ quella di lunedi’ 6 maggio, davanti ai giudici dell’Ottava Sezione. Il pm Toscano ha partecipato questa mattina all’udienza davanti ai magistrati del Riesame di Napoli per discutere la posizione dell’architetto Filomena Smiraglia, difesa dal penalista Marco Campora, ed accusata di aver concorso nella rivelazione del segreto d’ufficio per un concorso. Uno dei veri nodi che sarà alla base delle discussioni al Riesame riguarda il profilo delle esigenze cautelari, oltre che quello dell’inquinamento probatorio che è stato al centro della misura emessa dal Gip nei confronti dell’ex sindaco di Avellino.
Aerre