Inchiesta Appalti, la difesa di Festa deposita la richiesta di incidente probatorio

0
1528

Mentre sul fronte politico-amministrativo è scattato il conto alla rovescia per la fine anticipata della consiliatura, dettata dal mancato ritiro delle dimissioni del sindaco Gianluca Festa, su quello giudiziario si registra la conferma della linea della difesa di Festa, il penalista Luigi Petrillo, di chiedere l’incidente probatorio per gli accertamenti tecnici che dovranno essere eseguiti sugli apparecchi informatici ed i telefoni sequestrati nel corso della perquisizione del sei marzo al sindaco dimissionario da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Avellino. Il penalista Luigi Petrillo ha infatti depositato (dopo che a seguito della riserva di incidente probatorio gli accertamenti erano stati sospesi) formalmente al Gip Giulio Argenio l’istanza di procedere alle attività irripetibili su quanto sequestrato sotto il controllo di un consulente nominato dallo stesso Gip. Ora sarà il magistrato a dover decidere se ci sarà o meno l’accertamento nelle forme di incidente probatorio, una decisione che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni.