Incendio a Torre le Nocelle, in corso accertamenti Arpac

0
999

Fiamme e fumo a Torre le Nocelle (AV), ieri sera 9 ottobre. L’evento ha interessato un deposito, in area completamente scoperta, di materiali edili costituiti da pannelli sandwich in lamiera e poliuretano e pannelli in lana di roccia.

Le operazioni di spegnimento sono durate fino a stamattina. Nel frattempo il Comune di Montemiletto, in ordine all’incendio divampato ha chiesto l’intervento dell‘ARPAC Campania Dipartimento Avellino e dell’Asl Avellino Dipartimento Prevenzione.

“Stante la vasta portata dell’incendio e considerati i potenziali rischi che potrebbero derivare in seguito all’evento – afferma il Sindaco Massimiliano Minichiello – è chiesto, con estrema urgenza, di procedere alla misurazione del livello di inquinamento dell’aria per poi, all’esito, l’adozione da parte dell’Asl delle misure necessarie a tutela dell’incolumità e della salute pubblica”.

L’ Agenzia Regionale si è subito attivata.

Ieri sera, intorno alle ore 20:00, i tecnici dell’Arpac e Vigili del Fuoco di Avellino sono intervenuti, su richiesta dei Carabinieri, per le verifiche ambientali relative all’area.

A una prima osservazione, la combustione appare avere interessato solo parte del materiale presente, su una superficie limitata del piazzale, circa 500 metri quadri rispetto all’estensione totale di 3.700 metri quadri.

La precedente domenica 8 ottobre un altro incendio, anch’esso contenuto in tempi rapidi, aveva interessato, oltre al materiale depositato sul terreno, anche rifiuti di varia tipologia stoccatui su area pavimentata, lambendo un capannone.

Nei pressi del luogo dell’incendio l’Agenzia, con  la collaborazione del Comune, ha collocato stamattina un laboratorio mobile per il monitoraggio della qualità dell’aria, in grado di misurare per il periodo di tempo necessario le concentrazioni orarie di biossido di zolfo, monossido di carbonio, ossidi di azoto, ozono, polveri sottili PM10 e PM2.5, benzene, toluene, xilene e inoltre un campionatore per la ricerca di diossine e furani dispersi in atmosfera.

I risultati degli accertamenti in corso verranno diffusi non appena possibili.