In auto con droga ed una bomba. Il Pm chiede 4 anni, il giudice lo condanna a due con pena sospesa

In auto con droga ed una bomba. Il Pm chiede 4 anni, il giudice lo condanna a due con pena sospesa

15 Luglio 2020

Lo scorso 20 aprile a Pomigliano d’Arco, in pieno lockdown per l’emergenza coronavirus, un giovane di origini peruviane – ma residente in Italia da tempo – a bordo di un’auto di grossa cilindrata noleggiata dal fratello, viene fermato dai carabinieri. L’uomo, alla vista dei militari, decide di invertire il senso di marcia e di fuggire. Inseguito, la sua fuga termina contro un cartellone pubblicitario. Le forze dell’ordine decidono di perquisire l’abitazione dell’uomo, dove vengono ritrovati grossi quantitativi di droga. Nell’auto, invece, i carabinieri ritrovano 40 grammi di marjiuana, ingenti somme di denaro ed un ordigno. Il 22enne fu subito arrestato ma gli furono concessi gli arresti domiciliari.

Questa mattina si è tenuto l’abbreviato presso il tribunale di Nola. L’uomo era difeso dal suo legale di fiducia, l’avvocato Francesco Bonaiuto. Il Pubblico Ministero Apicella ha chiesto 4 anni e sei mesi di reclusione. Il giudice Gridelli ha riformulato il tutto. Il 22enne ha avuto due anni e pena sospesa. Ed è stato rimesso in libertà.