L’importanza di un packaging sostenibile: come rispettare l’ambiente

L’importanza di un packaging sostenibile: come rispettare l’ambiente

27 Giugno 2020

In un momento in cui l’intero pianeta sta mostrando tutte le conseguenze di secoli di
sfruttamento delle risorse naturali, di scarsa attenzione per l’ambiente e di inquinamento
ambientale, l’attenzione verso il rispetto e la tutela della natura aumenta sempre di più tra i
consumatori e le imprese.
La sostenibilità è un fattore che fa la differenza in qualsiasi settore economico: al giorno
d’oggi i consumatori prediligono prodotti ecologici e packaging ecosostenibili. Le aziende
hanno l’obbligo di andare incontro agli interessi dei consumatori e, a loro volta, si impegnano
sempre di più per integrare la sostenibilità ambientale nei processi di produzione e si
attivano per essere responsabili nei confronti della società e del territorio.
La gestione aziendale eco-friendly inizia prestando molta attenzione al settore logistico,
quindi utilizzando un packaging sostenibile volto a contenere e proteggere i prodotti, ma
anche a ridurre l’impatto ambientale.

I vantaggi di un packaging sostenibile
Il rispetto della natura parte proprio dal packaging, basta pensare come ogni mese le
imprese producono tonnellate di merce di scarto impossibile da riciclare. In questo senso, il
packaging sostenibile e gli imballaggi ecologici permettono di ridurre notevolmente gli
scarti e di utilizzare materiali riciclabili facilmente.
Per definizione, infatti, l’imballaggio ecologico si riferisce a qualsiasi tipologia di imballaggio
facile da riciclare e sicuro sia per le persone che per l’ambiente. È realizzato con materiali e
macchinari con un impatto minimo sul consumo di energia, di risorse e in termini di
inquinamento.
Le soluzioni di imballaggio ecosostenibile mirano a ridurre la quantità di imballaggio del
prodotto, a promuovere l’utilizzo di materiali rinnovabili o riutilizzabili, a ridurre i costi
d’imballaggio e a fornire opzioni di riciclaggio. La pagina https://it.pg.com/sviluppo-
sostenibile/packaging-ecosostenibile/ fornisce maggiori informazioni su questo tema.

L’evoluzione del packaging ecosostenibile
Le materie plastiche possono essere sostituite facilmente da carta, cartone o da materiali
bioplastici. In molti paesi europei, come la Germania, nei supermercati aumenta sempre più la
vendita di prodotti sfusi e privi di confezione.

Come soluzione alternativa agli imballaggi a base di carburanti fossili, da utilizzare in un
prossimo futuro, è oggetto di studio il PBS (Polimero semicristallino). Realizzato attraverso la
fermentazione batterica e dotato di caratteristiche che lo rendono un materiale molto resistente.
Lo studio, la ricerca e l’utilizzo di imballaggi ecosostenibili sono sempre più importanti in
diversi settori industriali e le imprese si impegnano attivamente a trovare valide alternative e
sostituti dei materiali tradizionali d’imballaggio. L’utilizzo di materiali eco-compatibili
aiutano le aziende a raggiungere velocemente l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale e
quello di migliorare la responsabilità sociale d’impresa (CSR).
Dal punto di vista del marketing, ogni materiale di imballaggio offre diversi vantaggi relativi
all’acquisto: le forme, i colori e le dimensioni degli imballaggi svolgono una funzione
comunicativa e attraggono in maniera differente il consumatore. Un imballaggio realizzato con
cartone ondulato attira maggiormente un consumatore rispetto ad un classico imballaggio
rettangolare.

I migliori materiali di imballaggio da utilizzare
Le soluzioni di imballaggio alternative a quelle tradizionali sono molte e si differenziano
principalmente tra materiali riciclabili e materiali biodegradabili. Ecco alcuni esempi:
Carta: è riutilizzabile, riciclabile, biodegradabile e può essere utilizzata per qualsiasi
scopo. Negli ultimi anni è diventata la soluzione più conveniente ed efficiente perché
molte imprese realizzano imballaggi con carta riciclata.
Cartone: il cartone non laminato ha il vantaggio di decomporsi più facilmente rispetto
ad altri materiali ed è robusto.
Amido di mais: sono ottimi imballaggi da utilizzare per gli oggetti fragili, possono essere
adoperati al posto della plastica e sono completamente biodegradabili.
Carta bagasse: un tipo di carta composta da estratto di canna da zucchero, è utilizzata
principalmente per sostituire gli imballaggi alimentari.