Il dottor Antonio De Vizia nominato da Mattarella Ufficiale al Merito

Il dottor Antonio De Vizia nominato da Mattarella Ufficiale al Merito

19 Giugno 2020

II presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, capo dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, ha conferito l’onorificenza di Ufficiale, con facoltà di fregiarsi delle relative insegne, al dott. Antonio De Vizia, in considerazione delle particolari benemerenze, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, sentito il Consiglio dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, con decreto in data 27 dicembre 2019.

Il Prefetto di Benevento, Francesco Antonio Cappetta, lo ha consegnato oggi, 19 giugno 2020, in una cerimonia a porte chiuse viste le norme di sicurezza per l’emergenza sanitaria in atto.

“Proverò a ossequiare – da oggi – ancora con maggiore impegno, i motivi che mi hanno condotto a ricevere l’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito. Ringrazio Confindustria, col suo presidente Filippo Liverini, per aver sostenuto la mia candidatura. Fiero delle insegne della Repubblica Italiana le custodirò tra le cose più care, le testimonierò, giorno dopo giorno, con l’operato sanitario mio e del Gruppo che mi onoro di dirigere. Gli obiettivi rimarranno i medesimi: l’accoglienza, la diagnosi e la cura di chi soffre”.

Il dottor Antonio De Vizia, presidente del Gruppo De vizia Sanità, con la sua Casa di Cura Privata Gepos di Telese Terme, col suo centro polidiagnostico GammacordSanniotac di Benevento e con il Centro diagnostico San Marco di San Marco dei Cavoti, si è visto infatti riconoscere l’onorificenza per la vita professionale spesa in ambito sanitario. Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia, brillantemente conseguita presso l’Università Federico II  di Napoli nell’anno 1973/1974 si è specializzato in “Igiene con orientamento direzione sanitaria”, successivamente in “Malattie dell’apparato respiratorio – Medicina Interna”, infine in Malattie infettive.

Cominciata la sua carriera come assistente medico all’Ospedale Cotugno di Napoli, nel novembre del 1979 fu assunto come aiuto medico del primario Alfonso Ammendola presso l’ospedale di Sant’Angelo dei Lombardi in provincia di Avellino. Il dottor Antonio De Vizia, alle 19.34 del 23 novembre del 1980 era in servizio presso il nosocomio.

Fu uno dei pochi medici a salvarsi, nella devastazione del terremoto che causò la morte di 90 persone, nell’ospedale, tra personale sanitario e degenti. Il dottore De Vizia si rese protagonista di immediati soccorsi, aiutando tra le macerie i tanti intrappolati dalla devastazione del terremoto dell’Irpinia. Un suo collega, il dottor Antonio Lucido così ha ricordato la sua figura in quei giorni: “Ho di Antonio, in quei momenti, un ricordo nitido. Lui, giovane trentenne, magro e pallido, col suo camice tinto di sangue. Lo vedo correre, curando e prestando soccorso, ininterrottamente, per 4 giorni consecutivi”.

Il dottore De Vizia divenne poi primario dell’Ospedale di Bisaccia, un protagonista benevolo della risposta sanitaria ai bisogni della popolazione in un territorio impervio e abbandonato. Sempre di lui, il dottore Lucido ha detto: “Se i miei colleghi erano capaci di farsi la guerra con lettere di servizio e prese di posizione, lui ha sempre avuto il carisma di saper cavare l’accordo tra le parti. Con benevolenza riusciva a riappacificare gli animi avversi consentendo soluzioni e passi in avanti del team sanitario”.

Per anni docente della Scuola infermieristica ha sempre rifiutato i compensi, devolvendoli alla gestione della scuola stessa.

Nel frattempo, la sua ascesa come imprenditore, il suo primo laboratorio di analisi a Benevento, il Gammacord, il successivo centro polidiagnostico Sanniotac,  l’ex vicepresidenza nel CdA della Casa di Cura “Villa Maria” di Mirabella Eclano, la presidenza del CdA della casa di Cura Gepos di Telese Terme.

Oggi il Gruppo De Vizia Sanità, con il suo polo sanitario, conta circa 200 operatori,  insieme a più di 50 collaborazioni professionali esterne, garantendo un elevato livello occupazionale in una delle aree più depresse del Mezzogiorno.

Il gruppo Sanitario, inoltre, è impegnato da più di 10 anni, nell’offerta di giornate di prevenzione gratuita dalle malattie oncologiche. Ogni anno per due giorni consecutivi il dottor Antonio De Vizia apre le sue strutture in maniera totalmente gratuita a 300 donne per garantire loro l’esecuzione di test ecografici, mammografici, di consulti chirurgici, per la prevenzione dalle malattie della mammella.

Da due anni, è fautore della Telesia Pink Race, la passeggiata rosa dove donne provenienti da tutta la Campania, e non solo, si riuniscono in un cammino collettivo, simbolico, di prevenzione e cura.

Presso l’Università Cattolica Policlinico Gemelli in collaborazione con Luiss Management University si è perfezionato in “Organizzazione e gestione delle aziende sanitarie”, ha pubblicato su riviste in discipline scientifiche e di gestione sanitaria. Il dottore De Vizia, infatti, è anche iscritto all’Ordine Professionale dei Giornalisti della regione Campania e, mai pago,ha deciso di ampliare i suoi studi con la Facoltà di  Scienze Teologiche presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose ‘Redemptor Hominis’ di Benevento.