Il Pd verso il congresso – Si allarga la platea e Cennamo si dimette: l’esultanza di Petitto bacchettato dalla Santaniello

Il Pd verso il congresso – Si allarga la platea e Cennamo si dimette: l’esultanza di Petitto bacchettato dalla Santaniello

18 Maggio 2021

Michele De Leo – Arrivano le prime reazioni, tra i rappresentanti del Partito democratico, alla decisione del commissario Aldo Cennamo di rassegnare le proprie dimissioni dalla guida della federazione irpina. Cennamo ha evidenziato che – in ragione del proprio stato di salute – “non ha ritenuto di potersi sottoporre ad un nuovo e prolungato impegno”. Nel corso del confronto, tenutosi a Roma, con il coordinatore della segreteria nazionale Marco Meloni, è arrivata l’indicazione di slittare il congresso al termine del tesseramento 2021 del partito. Una decisione chiara che rasserena pure Nello Pizza – uno dei due candidati alla poltrona di segretario di via Tagliamento – che si era detto indisponibile a proseguire qualora non fossero arrivate indicazioni chiare – da parte della segreteria nazionale – sul percorso da seguire. “Il Partito Democratico c’è! – esulta il consigliere regionale Livio Petitto che sostiene, invece, la candidatura di Gerardo Capodilupo -. Finalmente posso affermarlo con fierezza, si potrà svolgere un congresso con regole chiare e con la possibilità di avviare un dibattito interno aperto a forze nuove. Abbiamo bisogno di riaffermare la centralità dell’Irpinia nel dibattito politico regionale, in vista di importanti scadenze. All’onorevole Cennamo va riconosciuto l’impegnò profuso durante questo complesso e travagliato periodo di commissariamento ma i ringraziamenti, miei personali, vanno al segretario nazionale Enrico Letta che ha dimostrato con la sua reggenza di voler dare un nuovo corso al cammino del Partito democratico anche in provincia di Avellino”. Lapidaria la risposta di Roberta Santaniello, tra l’altro rappresentante della direzione nazionale del partito. “Il Pd – evidenzia dalla sua pagina Facebook – non esiste quando fa comodo, il Pd esiste sempre! Nessuno canti vittoria che non ha vinto nessuno”. A questo punto, con l’allargamento della platea congressuale a tutti i nuovi tesserati, il percorso avviato potrebbe essere stravolto e la corsa a due tra Nello Pizza e Gerardo Capodilupo potrebbe essere messa seriamente in discussione.