“Il Monarca De Luca una questione meridionale”, lunedì la presentazione del libro ad Avellino

0
1819

Lunedì 17 ottobre alle ore 17.30 nella Chiesa del Carmine di Piazza del Popolo di Avellino, si presenta il libro “Il Monarca De Luca una questione meridionale”, a cura di Massimiliano Amato e Luciana Libero. Con i curatori intervengono il sindaco di Avellino Gianluca Festa, Franco Fiordellisi, CGIL Avellino; il deputato del M5S Michele Gubitosa, l’avvocatessa Claudia Pecoraro e il giornalista Generoso Picone.

Edito da Paper First di Il Fatto Quotidiano, dal 13 settembre nelle edicole campane e nelle librerie di tutta Italia, il libro è un saggio-inchiesta con l’introduzione di Aurelio Musi e contributi di intellettuali, giornalisti, studiosi: Licia Amarante, Fabio Avallone, Giuseppe Cantillo, Daniela De Crescenzo, Raffaella Di Leo, Vincenzo Iurillo, Paolo Macry, Marco Plutino, Isaia Sales, Aldo Schiavone, Pietro Spirito e Massimo Villone. Presentato in anteprima sui canali di Paper First e del Fatto Quotidiano, il libro è stato poi presentato in settembre al Gambrinus a Napoli, quindi a Salerno, Battipaglia e Eboli in una lunga serie di appuntamenti con richieste che arrivano da varie parti della regione.

Nato sull’onda della lettera a Letta, scritta nel marzo scorso dagli autori come denuncia della deriva politica in Campania, “Il Monarca” parte da un’analisi delle origini del personaggio De Luca, per poi sviluppare un’inchiesta sulle condizioni di una delle più importanti regioni del Sud, sui vari aspetti sociologici e politici e focus sulle tante questioni irrisolte della regione, sanità, cultura, lavoro, ambiente, scuola e che collocano la Campania agli ultimi posti di numerosi indicatori.

De Luca come paradigma di politiche predatorie sviluppate soprattutto al sud, con il sostegno o la complicità del centro sinistra, in particolare del Partito Democratico e il “caso Campania” come pretesto per una più ampia denuncia di una classe dirigente che ha usato un Regionalismo imperfetto per aumentare a dismisura il proprio potere, grazie all’elezione diretta e alla presenza di ingenti risorse finanziarie.

Dopo gli appuntamenti a Napoli e nella provincia di Salerno, il libro arriva in un altro importante capoluogo campano e sarà l’occasione per un’ ampia discussione sulla situazione della città di Avellino.