Il Gruppo Consiliare “ScegliAMo Pietrstornina” scrive al Prefetto

0
838

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera del Gruppo Consiliare “scegliAMo Pietrstornina”.

Oggetto: interruzione servizio idrico nel Comune di Pietrastornina.

 

Eccellenza,

ci rivolgiamo a Lei quale massima istituzione della nostra Provincia, per segnalarLE l’insostenibile stillicidio che sta subendo da tempo una parte della nostra Comunità per l’assoluta inadeguatezza ed inefficienza dell’Alto Calore Servizi S.P.A, situazione che oramai volge  verso l’ineludibile denuncia per interruzione di pubblico servizio.

Non è più tollerabile, nonostante le continue segnalazioni fatte pervenire all’ ACS da parte dei suoi utenti, subire la reiterata interruzione dell’erogazione dell’acqua potabile nella parte alta del paese e segnatamente in via Ciglio e via Campitelli, in qualsiasi fascia oraria, peraltro senza darne opportuno e tempestivo preavviso agli utenti. L’ennesima interruzione del servizio (la seconda nel giro di qualche settimana) dura ormai da oltre cinque giorni  e si sta estendendo rapidamente al resto del centro capoluogo.

Superfluo aggiungere che tale interruzione di pubblico servizio provoca seri pregiudizi oltre dell’igiene pubblica oltre che notevoli danni economici all’attività di ristorazione presente in loco denominata “il buongustaio “. Ad aggravare questa inaccettabile situazione è poi l’assoluta mancanza di risposta alle domande di quali siano le motivazioni dell’interruzione e sui tempi di ripristino dell’erogazione.

Forse neanche in zone di guerra, ci si consenta il forte raffronto, si vivono situazioni di questo tipo. Senza ombra di smentita, la portata e la vetustà delle reti idriche di Pietrastornina è rimasta agli anni 60-70 del secolo scorso in dispregio del volume di investimenti e progettazioni da sempre sbandierati dal Comune e dall’Alto Calore Servizi S.P.A..

Pertanto, con la presente siamo a chiedere l’intervento urgente e risolutivo di S.E. affinché venga risolto definitivamente l’ormai annoso problema.

Crediamo fortemente nelle Istituzioni e nella collaborazione tra gli Enti per cui confidiamo in una Suo ultimo intervento risolutore.

Al sig. Sindaco del Comune di Pietrastornina, a cui la presente va per conoscenza, in caso perduri la situazione in narrativa, chiediamo di procedere, senza altro indugio, ad una denuncia di interruzione di pubblico servizio nei confronti degli amministratori dell’ACS e alla contestuale costituzione di parte civile del Comune di Pietrastornina nell’eventuale processo penale in merito.

Nell’attesa di un cortese/sollecito riscontro, distintamente salutiamo.