Il Governo estromette i sindacati dal confronto ma… “CGILincontra”

0
5

Avellino – In seguito alla decisione di estromettere i sindacati dall’incontro con i rappresentanti del Governo che si terrà il prossimo 2 febbraio ad Avellino, decisione che non è stata modificata nemmeno dopo l’incontro dei segretari di Cgil, Cisl e Uil con il Ministro Gianfranco Rotondi, la Cgil di Avellino terrà una conferenza stampa, venerdì 30 gennaio, alle ore 11.00, presso la sede di Via Padre Paolo Manna.
“Abbiamo atteso ogni oltre ragionevole limite, immaginando che l’incontro voluto dal Ministro Gianfranco Rotondi – spiega il segretario provinciale della Cgil, Vincenzo Petruzziello – fosse stato richiesto dal Ministro per sanare i contrasti. Prendiamo atto che così non è stato, tant’è vero che gli interventi previsti in occasione della manifestazione “Governincontra” sono stati modificati anche nelle ultime ore, ma non si è proceduto ad integrare le forze sindacali, quali partecipanti attivi e quali ospiti alla manifestazione. Per questo motivo come anticipato nei giorni scorsi, la Cgil esporrà nel corso della conferenza stampa di venerdì prossimo, le proprie proposte per l’Irpinia, che avrebbe voluto presentare ai rappresentanti dell’esecutivo Berlusconi”.
Nel corso della conferenza stampa, alla quale prenderanno parte anche i segretari di categoria della Cgil di Avellino, saranno illustrate anche le iniziative che saranno messe in campo nei giorni che precedono l’iniziativa del Governo e durante lo svolgimento dell’incontro al teatro Carlo Gesualdo di Avellino.
La conferenza stampa di venerdì, inoltre, vedrà anche la presenza dell’avvocato Massimo Di Cenno dell’Ufficio Legale CGIL CAMPANIA, per esporre le motivazioni che hanno portato la Cgil alla “dolorosa decisone” di procedere nei confronti del commissario Prefettizio alla Provincia di Avellino, Vincenzo Madonna, riguardo alla nomina dei rappresentanti in seno al CdA dell’Istituto Autonomo Case Popolari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here