Il Governo approva il testo che ridisegna i collegi per il Parlamento: Avellino perde un eletto nell’uninominale alla Camera, al Senato accorpamento con il Sannio

Il Governo approva il testo che ridisegna i collegi per il Parlamento: Avellino perde un eletto nell’uninominale alla Camera, al Senato accorpamento con il Sannio

19 Dicembre 2020

Michele De Leo – La riduzione del numero dei parlamentari comporta un risparmio, seppur minimo, per le casse dello Stato. Alla stessa maniera, però – come in tanti avevano preannunciato – priva molti territori della rappresentanza nelle aule del Parlamento. L’ultima riunione del Consiglio dei Ministri ha approvato in esame definitivo – su proposta del Presidente Giuseppe Conte, del Ministro per i rapporti con il Parlamento Federico D’Incà e del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese – un decreto legislativo che introduce norme relative alla determinazione dei collegi uninominali e plurinominali per l’elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica a norma dell’articolo 3 della legge 51 del 27 maggio 2019 che assegna al Governo la delega per la determinazione dei collegi uninominali e plurinominali”. L’intervento approvato dal Consiglio dei Ministri “ridisegna i collegi in conseguenza dell’entrata in vigore della legge costituzionale 19 ottobre 2020, n. 1, che ha modificato gli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione, riducendo da 630 a 400 il numero dei deputati e da 315 a 200 il numero dei senatori da eleggere a partire dalla prossima legislatura”. La nuova definizione dei collegi è stata effettuata sulla base della proposta della commissione tecnica, composta da dieci esperti in materia e presieduta dal Presidente dell’Istituto nazionale di statistica, Gian Carlo Blangiardo ed è stata sottoposta alle competenti commissioni parlamentari. La necessità di ridurre il numero degli eletti comporta – in maniera direttamente proporzionale – la riduzione del numero dei collegi uninominali: la provincia di Avellino avrà un unico collegio uninominale per la Camera dei Deputati invece dei precedenti due (Avellino ed Ariano Irpino). Inoltre, l’Irpinia rientrerà in un collegio plurinominale con tutta la provincia di Salerno che arriverà all’elezioni di sei deputati. Per quanto concerne il Senato, invece, la provincia di Avellino perderà il proprio collegio che sarà accorpato con la provincia di Benevento.