Il Comune si “riprende” anche la piscina. Il sindaco: ora valuteremo le offerte arrivate per la gestione

Il Comune si “riprende” anche la piscina. Il sindaco: ora valuteremo le offerte arrivate per la gestione

5 Febbraio 2020

Alfredo Picariello – “Stiamo mettendo le cose a posto, in questa settimana stanno arrivando molte buone notizie”. Il sindaco di Avellino commenta così, sempre a margine del consiglio comunale di oggi pomeriggio saltato per mancanza di numero legale, la notizia giunta dal Tar della Campania. In pratica, il Tribunale Amministrativo Regionale ha cancellato dal ruolo il ricorso dei legali della Polisportiva Avellino. Stiamo parlando della piscina comunale. Una gran buona notizia per il Comune nella controversia con la Polisportiva, titolare del project financing e gestore della struttura di via De Gasperi. I Cesaro avevano presentato ricorso contro la decisione dell’amministrazione di rescissione del contratto con la Polisportiva, a seguito dell’interdittiva antimafia.

“Rientriamo in possesso della piscina comunale”, afferma Gianluca Festa. “Certo, ci aspettiamo altri tentativi di ricorso, ma noi andremo avanti per la nostra strada”. Ora, dunque, si ripartirà da quanto si era stabilito in passato. Il Comune, infatti, ha già attivato una manifestazione di interesse per la gestione dell’immobile alla quale hanno risposto: Asd Basket Club Irpinia, Country Sport Avellino, Tennis Academy, Avelsports Center (di proprietà del gruppo D’Agostino), Rinascita (società di Casoria) e Sport Management (con sede a Verona).

“Sarà dato seguito alla procedura incardinata dal Commissario – aggiunge il primo cittadino – ovvero quella della manifestazione di interesse per la gestione della struttura. Sono arrivate alcune disponibilità, i soggetti saranno chiamati a formulare la migliore offerta. Vincerà chi garantirà all’amministrazione il progetto migliore rispetto agli altri, sia dal punto di vista gestionale che da quello economico”.

“Finalmente rimettiamo ordine, dopo il centro Noi con Loro oggi la piscina, siamo soddisfatti”. Festa sembra ottimista anche sulla procedura di predissesto. “La bozza della lettera di chiarimento alla Corte dei Conti è ormai pronta, siamo convinti che faremo chiarezza. La procedura di predissesto è stata avviata ufficialmente il 25 maggio scorso, produrremo tutti gli atti necessari e sono certo che la Corte dei Conti avrà modo di recepire”.