Il comune di Capriglia adegua il Puc al Ptcp, soddisfatto il sindaco Picariello

0
67

Il Comune di Capriglia Irpinia adegua il PUC al PTCP, per la soddisfazione del Sindaco Picariello e di tutta l’amministrazione.  L’Amministrazione comunale rende noto, che sul BURC n. 55 del 16 agosto 2016 è stato pubblicato l’avviso di deposito degli atti relativi al l’adeguamento del Piano Urbanistico Comunale (PUC) al Piano Territoriale Provinciale (PTCP), adottato con Delibera di Giunta Comunale nr. 60 del 28.07.2016. A tal proposito il giorno 30 agosto 2016 alle ore 18.00 presso la scuola materna di via Lago si terrà un incontro pubblico per le opportune delucidazioni e per permettere i cittadini tutti di intervenire in merito al PUC.

“ Nonostante tutti i problemi che abbiamo dovuto superare siamo riusciti, anche se con un po’ di ritardo, a mantenere l’impegno assunto con i cittadini che per ben undici lunghi anni hanno dovuto versare nelle casse comunali ingenti somme per il pagamento dell’ ICI sulle aree fabbricabili a seguito dell’adozione prima (2007 )e dell’approvazione dopo (2011) di un PUC improvvisato e sovra dimensionato che non ha tenuto conto delle realtà territoriali ne generali ne singole, rendendo edificabili scarpate, fossi, lotti residui di pochi metri, fondi interclusi, ecc.. Basti pensare che le sole zone Turistiche alberghiere assommano a ben 25 ettari, Il tutto senza alcuna  partecipazione dei cittadini, soprattutto sul fatto che sulle aree trasformabili inserite nel PUC si sarebbe dovuta pagare l’lCI sin dall’adozione. Tale fatto è stato tenuto volutamente nascosto ai cittadini nonostante nell’anno 2008 il revisore dei conti invitava il Sindaco dell’epoca a procedere in tal senso”- dichiara Tino Picariello Sindaco di Capriglia.

“L’adeguamento appena adottato, ci tengo a precisare,  non ha permesso all’Amministrazione comunale alcuna programmazione urbanistica, l’amministrazione ha semplicemente preso atto delle disposizioni imposte dal PTCP,  dunque appena si procederà all’approvazione sarà necessario provvedere alla redazione della variante al PUC. Ripeto l’adozione era la strada più breve per interrompere i pagamenti della Ici – Tasi sulle aree fabbricabili. Devo purtroppo riconoscere che l’adozione di questo adeguamento  ha scontentato qualche cittadino che si è ritrovato (dopo aver pagato per dieci anni) il proprio terreno da una destinazione b2 ad agricolo, purtroppo le imposizioni del PTCP non hanno lasciato scelte in merito. Concludo affermando che il lavoro svolto e’ stato fatto nell’interesse della comunità e per il bene comune e siamo convinti che nel tempo anche chi oggi non condivide queste mie affermazioni ci darà’ ragione, noi siamo molto soddisfatti e contenti per il lavoro svolto, anche perché noi siamo stati il primo comune, nella nostra provincia, che ha realizzato l’adeguamento al PTCP. Pertanto spero che all’incontro di martedì 30 agosto ci sarà una massiccia partecipazione e che a visionare gli atti presso la sede municipale ci sarà altrettanta partecipazione in modo che possiamo dimostrare di essere stati sempre trasparenti e che le nostre colpe sono soltanto quelle di esserci trovati a gestire i problemi creati da altri”- conclude Picariello.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here