Il boom del food delivery in Italia dopo il Coronavirus

0
97

Ordinare cibo a domicilio è sempre stata una tendenza piuttosto diffusa tra gli italiani, soprattutto negli ultimi anni, ma c’è stato un vero e proprio boom nel periodo di lockdown.

Con i ristoranti e le pizzerie chiuse, è stato evidenziato ancora di più l’importanza strategica del food delivery. Le famiglie hanno potuto ordinare cibo, mentre le attività hanno continuato a lavorare, anche se in forma limitata.

Just Eat, una realtà consolidata sul territorio italiano dal 2011 che si occupa di consegna cibo a domicilio, ha condotto uno studio sui comportamenti degli italiani durante il periodo di lockdown.

É emerso un dato piuttosto significativo: su un campione di 2.000 nuovi utenti, il 34% ha dichiarato di non aver mai utilizzato servizi di digital food delivery.

I motivi che hanno contribuito al miglioramento di questa tendenza sono tanti: impossibilità di andare al ristorante, poca voglia di cucinare, necessità di relax, desiderio di provare cibo diverso dal solito.

Sono naturalmente aumentate anche le transazioni online, ritenute più comode e rapide dei pagamenti cash.

Gli stessi locali hanno dovuto adeguarsi alle mutate esigenze dei clienti, fornendo un servizio modellato sulle nuove necessità.

Non solo panini e pizze, ma interi pranzi e cene vengono consegnati direttamente a domicilio, consentendo ai ristoratori di offrire nuove esperienze food e modificare il menu giorno per giorno.

Poiché cambiano le richieste e le aspettative dei clienti, è necessario utilizzare i giusti imballaggi alimentari come quelli proposti da RAJA, per garantire una consegna accurata ed in grado di preservare la qualità del cibo.

Sul sito è possibile acquistare scatole ed imballaggi termici, ideali per proteggere gli alimenti dalle variazioni di temperatura. In questo modo il cibo arriva caldo e perfettamente intatto sulla tavola del cliente, che risulta soddisfatto e fidelizzato.

Tra gli altri prodotti per il settore alimentare disponibili nell’offerta di RAJA ci sono i contenitori per alimenti in alluminio, cartone e plastica, le buste shopper per alimenti ed i sacchetti per uso alimentare, i film e le pellicole per alimenti, posate, tovaglie e tovaglioli monouso.

Per offrire una user experience sempre più personalizzata, ristoranti e pizzerie danno l’opportunità ai loro clienti di ordinare direttamente dalle pagine social, tramite il link al menu.

Questa è un’ottima soluzione per promuovere la propria attività, facendo conoscere al pubblico la tipologia di cucina offerta.

La cura e la personalizzazione del packaging rappresenta una forma di attenzione in più verso il cliente e pubblicizzare con intelligenza ed oculatezza strategica la propria attività.