IIA, Invitalia pronta a rilanciare. Si accelera per la gestione pubblica

0
67

E’ conto alla rovescia per il via libera alla gestione pubblica di Industria Italiana Autobus. Le ultime voci che rimbalzano sull’asse Bologna-Flumeri (fonte autobusweb.com) parlano infatti di un imminente passo indietro dei turchi di Karsan.

Martedì 29 gennaio Invitalia dovrebbe investire nell’operazione circa 30 milioni, sfilando così la maggioranza di Industria Italiana Autobus a Karsan la quale, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe passare al 15 per cento. Invitalia metterebbe quindi le mani sul 50 per cento del capitale, mentre la restante quota del 35 per cento resterebbe nel portafoglio di Leonardo.

I 30 milioni di euro dovrebbe assicurare prima di tutto la cassa integrazione ai lavoratori di Flumeri e a quelli di Bologna. Ma gran parte dell’investimento sarà finalizzato alla ristrutturazione dei due siti produttivi che, in linea teorica, dovrebbero sfornare, nel breve periodo, circa 330 pullman, cioè gli attuali ordinativi di Consip.

Secondo questa ipotesi, si legge ancora su autobusweb.com, Karsan, mentre in Italia si ristrutturerebbero Bologna e Flumeri, assicurerebbe la produzione e la consegna dei Classe I oggetto della gara Consip. Difficile, almeno in questa fase, quantificare il costo complessivo dell’operazione (sicuramente superiore ai circa 30 milioni di investimento Invitalia) che punta al rilancio del polo pubblico nazionale degli autobus.