I commercianti bocciano la maxi-isola pedonale di Festa. Il Prefetto: “Ordinanza da rivedere”

I commercianti bocciano la maxi-isola pedonale di Festa. Il Prefetto: “Ordinanza da rivedere”

3 Giugno 2020

Alpi – I commercianti di Avellino, almeno quelli iscritti all’Associazione Imprenditori Irpini aderente alla Confesercenti, bocciano la maxi-isola pedonale di via De Concilii e viale Platani voluta la settimana scorsa dal sindaco Gianluca Festa. “Il primo cittadino non ci ha coinvolti nella sue decisioni – afferma il direttore Antonello Tarantino -. E questo ci può anche stare. Crediamo che l’isola pedonale avrebbe avuto un senso se si fosse studiata con maggiore attenzione, per evitare gli assembramenti che pur ci sono stati, purtroppo”.

L’isola pedonale, del resto, è stata bocciata anche dal Prefetto di Avellino, Paola Spena. Si attende, nelle prossime ore, un comitato per l’ordine pubblico che potrebbe chiedere al sindaco di revocare quell’ordinanza e di rinunciare, dunque, all’isola. Questo, ovviamente, dopo i fatti di sabato scorso, la “movida” del sindaco Gianluca Festa. Sui quali i commercianti non hanno ancora preso una posizione ufficiale.

“Non ci siamo voluti esprimere – dice Tarantino-. Ad ogni modo, pare ovvio che, se ci sono delle regole, queste vanno rispettate da tutti, in particolar modo dalle istituzioni”.

Intanto, i commercianti sono in attesa, in questi giorni, di una convocazione per un sopralluogo a campo Genova, per quel che riguarda lo svolgimento del mercato bisettimanale. Il sopralluogo sarà effettuato dai Noe e non dai Nas, come era stato in precedenza decretato, proprio perché quello che si andranno a verificare, sono le condizioni ambientali del posto scelto dall’amministrazione comunale come nuova sede del mercato.