Hub vaccinali nelle aziende, all’appello di Confindustria hanno risposto già 100 imprese irpine

Hub vaccinali nelle aziende, all’appello di Confindustria hanno risposto già 100 imprese irpine

7 Aprile 2021

Hub vaccinali nelle aziende, all’appello di Confindustria hanno risposto già 100 imprese irpine. Continua, dunque, l’impegno delle aziende e di Confindustria Avellino per organizzare le vaccinazioni utilizzando gli spazi degli stabilimenti per ampliare la rete dei luoghi predisposti alla somministrazione dei vaccini.

Mentre a livello nazionale veniva sottoscritto da Confindustria l’apposito protocollo con i ministri del Lavoro, della Salute, dello Sviluppo economico e con il Commissario Straordinario all’emergenza Covid, ed in attesa dell’approvazione da parte della Conferenza Stato Regioni delle indicazioni specifiche per la vaccinazione nei luoghi di lavoro, a livello territoriale è stato trasmesso all’Asl di Avellino un primo elenco delle aziende che hanno aderito alla campagna vaccinale di Confindustria e che si sono già organizzate per somministrare i vaccini ai propri dipendenti, nonché ai dipendenti delle imprese che operano in regime di appalto e/o localizzate nelle stessa area industriale.

Confindustria Avellino in seguito ad una videoconferenza con il Direttore Generale dell’Asl Maria Morgante ha fornito alle imprese associate le linee di indirizzo organizzativo e strutturale dei punti vaccinali.

Le prime aziende che hanno dato la loro disponibilità ad approntare un hub vaccinale ed hanno già elaborato planimetrie e lay-out dei propri siti per la verifica di conformità da parte della Commissione Tecnica dell’Asl di Avellino sono: Antonio Capaldo Spa, Aurubis Italia Srl, Bestefa Srl, Cartiera Confalone Spa, Cofren Srl, Desmon Spa, Elbor – C.T.P., Gruppo Altergon Italia Srl, Gruppo Bruno, Gruppo De Matteis, Gruppo EKD Project, Gruppo Ema Spa, Gruppo Irpinia Zinco Srl, Industria Italiana Autobus Spa, Mecnosud Srl, Mive Srl, Monsud Spa, Sediver Spa, Sirpress Srl, Zuegg Spa, per un numero di oltre 5000 dipendenti e circa 100 aziende coinvolte.

Continuano i contatti con l’ASL a cui saranno segnalate le altre imprese che hanno già manifestato o lo faranno nei prossimi giorni la loro disponibilità ad effettuare le vaccinazioni in azienda.