Guida Espresso 2017, ecco i ristoranti top in Campania

Guida Espresso 2017, ecco i ristoranti top in Campania

29 Ottobre 2016

La famosa Guida Espresso 2017 stila la classifica dei migliori chef in Italia e della regione Campania. Tra conferme, nuovi arrivi ed esclusioni ecco l’elenco dei ristoranti.

La novità è nella classificazione dei ristoranti per cappelli e non più nel punteggio in ventesimi.

In Italia solo 5 ristoranti hanno il massimo: Le Calandre, di Rubano (Pd); Osteria Francescana, di Modena; Piazza Duomo, di Alba (Cn); Reale, di Castel di Sangro (Aq); Uliassi, di Senigallia (An).

Dieci ristoranti con 4 cappelli: Casa Perbellini, di Verona; Del Cambio, di Torino; Duomo, di Ragusa; Hotel Rome Cavalieri – La Pergola, di Roma; La Madia, di Licata (Ag); La Peca, di Lonigo (Vi); Mandarin Oriental – Seta, di Milano; Taverna Estia, di Brusciano (Na) sulla direttrice Napoli-Avellino; Villa Crespi, di Orta San Giulio (No); Vissani, di Baschi (Tn).

IN CAMPANIA – La Campania è la seconda regione, dopo la Lombardia, per segnalazioni, esattamente come nella Michelin.
Taverna Estia dei fratelli Sposito si conferma al vertice con quattro cappelli.

Tra le eccellenze, premiate con tre cappelli, anche Danì Maison di Ischia (Na), Don Alfonso 1890 di S. Agata sui due golfi (Na), Rossellinis di Ravello (Sa), Kresios di Telese Terme (Bn), Torre del Saracino di Vico Equense (Na).

Con due cappelli in Campania L’Olivo dell’hotel Capri Palace, il Refettorio di Conca dei Marini (Sa), Oasis Antichi Sapori di Vallesaccarda ad Avellino, Quattro Passi e Taverna del Capitano a Massa L. (Na), Sud a Quarto (Na).

Ad Avellino, con un cappello anche il Marennà di Sorbo Serpico.