Guerra di Camorra a Brusciano: arrestato anche un giovane originario di Avellino

0
1976

Anche un avellinese coinvolto nel blitz della Dda di Napoli che ha smantellato due clan rivali operanti a Brusciano portando all’arresto di 17 persone.

Si tratta di un 28enne nato ad Avellino ma residente da anni nel comune napoletano che è stato raggiunto dal provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia.

Già gravato da precedenti penali al giovane sono contestati, insieme alle altre sedici persone, i reati, in concorso tra loro e a vario titolo, di associazione di tipo mafioso finalizzata alla ricettazione, detenzione e porto illegale di armi ed esplosivi, tentato omicidio e associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

In manette anche i capi dei due clan Rega ed Esposito-Palermo. Ad eseguire gli arresti i Carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna che hanno condotto le indagini insieme ai colleghi delle stazioni di Brusciano e Marigliano.

Tra i reati contestati anche il ferimento del padre di un carabiniere avvenuto nel dicembre 2017 in un agguato. L’uomo fu colpito per errore. L’attività d’indagine è iniziata nel 2017 e proseguita fino a dicembre 2020.