Grottolella – I Carabinieri del Noe sequestrano l’area Pip

0
2

Sequestrata l’area Pip del Comune di Grottolella. I Carabinieri del NOE di Avellino (Nucleo Operativo Ecologico), su segnalazione della locale associazione ambientalista Rangers d’Italia, hanno requisito l’area d’insediamento produttivo all’interno della quale è stata rinvenuta “una vera e propria discarica di materiali speciali altamente inquinanti (lavatrici, frigoriferi, televisioni, lana vetro, tubi catodici, etc.). L’area, posta in prossimità dell’ex statale 88, è stata interdetta al pubblico. Intanto non si placano le polemiche sugli interventi di risanamento che dovrebbero interessare proprio in questi giorni i tre edifici residenziali pubblici. Le strutture di via Variante saranno oggetto di alcuni lavori di recupero delle coperture in lastre di cemento amianto per la durata di novanta giorni circa. “L’operazione di smontaggio delle lastre – spiega Carmelina Frusciante, consigliere comunale in quota An – potrebbe rappresentare un potenziale pericolo per gli abitanti e per l’ambiente circostante. Oltretutto i terreni vicini sono regolarmente coltivati con semine del periodo e per questa ragione potrebbero essere contaminati da fibre di amianto aero-disperse”. A tale proposito l’esponente della minoranza consiliare chiede al sindaco Nittolo di conoscere se e quando sono state disposte tutte le misure atte a tutelare la salute pubblica dei cittadini e in che modo saranno espletati i lavori visto che “imponendo agli inquilini di tenere per novanta giorni porte e finestre chiuse, non stendere biancheria e non detenere materiale vario sui balconi, significherebbe segregare materialmente 24 nuclei familiari onde evitare la contaminazione da fibre di amianto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here