Grottaminarda – Rocco De Luca: “Ho sentito dovere di candidarmi”

0
24

Gente nuova e giovane: è di questo che ha bisogno la politica italiana, sia quella italiana che quella locale. E tali caratteristiche le incarna perfettamente il dott. Rocco De Luca, candidato consigliere al comune di Grottaminarda con la lista del Gallo. Di professione imprenditore, patron del Biotermocamino Helios, l’aspirante consigliere si è sempre interessato alle sorti del paese natio, collaborando con diverse associa-zioni. Attualmente è presidente del Consiglio di Istituto e membro del Consiglio Pastorale Parrocchiale. “Il mio amore per Grottaminarda mi ha portato alla candidatura, ho sentito il dovere di impegnarmi in questa nuova avventura per costruire un futuro valido ai miei figli e a quelli dei miei concittadini. Non possiamo più permetterci il lusso di lasciarli andare via, piuttosto dobbiamo promuovere strade che li facciano af-fermare qui” afferma De Luca.

“Sviluppo commerciale e ripopolamento, sport e formazione: sono questi i cardini della sua filosofia. Le strade grottesi rivendicano il diritto di essere affollate, i negozi vogliono esser presi d’assalto , occorre va-lorizzare la perfetta posizione geografica, ad oggi sfruttata solo in minima parte. A livello commerciale si dovranno incentivare le attività locali e, soprattutto, si dovranno spingere i grottesi a favorire le offerte dei propri concittadini rispetto ai forestieri. Le azioni di ripopolamento dovranno portare la gente dell’hinterland a trascorrere il loro tempo libero tra le nostre mura. E poi i giovani, loro sono lontani dai mestieri e dall’arte e per questo vanno formati, grazie alla collaborazione degli istituti scolastici e di vari professionisti; vanno allontanati dalle tentazioni, anche attraverso lo sport. Le iniziative sportive devono risultano essere momento di aggregazione, confronto e divertimento. Lo sport va avvicinato ad ogni fascia d’età, fa bene alla salute e sgombera la mente in modo incredibile.

Le difficoltà economiche sono ormai ben note a tutti, ma dove non arriva la moneta ci può arrivare la te-sta. Attraverso una collaborazione attiva e costante con tutti i cittadini, De Luca promette di promuovere progetti senza gravare sulle casse comunali; le sue saranno proposte a costo zero, dal niente nascerà l’oro. Alla stregua dello slogan elettorale “Concretamente” si intende tutta la sua idea politica orientata al pragmatismo e alla semplicità. A piccoli passi si raggiungono grandi obiettivi, è inutile promettere case senza prima aver a disposizione i mattoni. L’onesta e la trasparenza pagano sempre, la chiarezza degli obiettivi e delle procedure adottate porta gli elettori ad essere soddisfatti per il voto espresso.

Si è sempre abituati ad una politica del disfare, dell’infangare l’operato altrui, nonostante inconsciamente il più delle volte sia anche apprezzabile. Le divisioni, le fazioni e gli schieramenti inamovibili bloccano lo svi-luppo, impediscono la creatività e l’iniziativa. Per De Luca, non appena saranno terminate le elezioni non dovranno esistere frizioni, le liste saranno un ricordo e gli eletti dovranno sacrificare i proprio colori per il bene comune. Solo così si dimostra l’attaccamento al proprio Paese e la volontà di voler realmente opera-re verso l’interesse dei cittadini. Dall’intesa nascono le novità. E parafrasando Einstein “Non possiamo pre-tendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose”. Per questo gli elettori dovranno orientarsi verso gente inedita al rivestire tali cariche, gente che altrove ha maturato esperienze tali da of-frire nuovi algoritmi per le soluzioni dei problemi.

La lista “Il Gallo” vincitrice alla scorsa tornata elettorale, si è proposta all’esito delle urne con una consi-stente ventata di novità, partendo dal candidato a sindaco, Angelo Cobino, fino ad arrivare ai diversi volti giovani ed inediti alla dispute politiche grottesi; tutte le scelte ben accolte dalla comunità. Il gruppo , co-munque, ha una giusta mescolatura: oltre al nuovo può, infatti, contare anche sull’esperienza di ben quat-tro consiglieri uscenti. Il consiglio comunale dovrà essere formato da figure sociali diverse, le quali grazie alle loro carriere lavorative e alle loro differenti età avranno sempre un proprio punto di vista e un approc-cio caratteristico alle diverse problematiche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here