Grottaminarda, il San Tommaso d’Aquino si “riappropria” della palestra comunale

Grottaminarda, il San Tommaso d’Aquino si “riappropria” della palestra comunale

20 Ottobre 2019

Grottaminarda, il San Tommaso d’Aquino si riappropria della palestra. La riconsegna ufficiale della palestra comunale alla presenza del sindaco e dell’amministrazione, dopo un importante intervento di riqualificazione, rifunzionalizzazione ed igienizzazione, nell’ambito di un progetto complessivo che riguarda le strutture sportive con fondi dal bilancio comunale.

Non una vera e propria inaugurazione, ma una cerimonia di consegna semplicissima da parte del Sindaco, Angelo Cobino, alla Dirigente scolastica Rachele D’Esposito, alla presenza dell’Assessore allo Sport, Rocco De Luca anche nella veste di Presidente del Consiglio d’Istituto, dell’Utc comunale, dei tecnici e dell’impresa che hanno curato l’intervento, ma soprattutto di una rappresentativa di docenti ed alunni della Primaria e Secondaria di primo grado.

“Oggi – ha detto il primo cittadino rivolgendosi agli alunni – insieme andiamo a stringere un patto: il Comune di Grottaminarda si è impegnato per restituirvi una palestra con tutti gli ambienti di servizio, pulita e riqualificata, adesso voi vi impegnate a preservarla ed a rispettarla. Un patto basato sulla parola, sulla fiducia reciproca. Quando verrete a fare Educazione fisica troverete questi ambienti puliti e dovranno essere lasciati puliti. Perchè basilare è il rispetto per l’ambiente che vi circonda, e quindi per l’intero edificio scolastico, ma anche al di fuori della scuola, per gli spazi pubblici, il verde, le strade. E soprattutto – ha proseguito Angelo Cobino – desidero che tra di voi, cari ragazzi, ci sia il massimo rispetto. Un patto di solidarietà anche tra di voi, perchè oggi assistiamo, attraverso i social e quindi ai telefonini, a varie forme cyberbullismo, ma anche di bullismo reale emergente perchè ognuno pensa di poter infastidire, prevaricare, trattare con arroganza gli altri. Ed allora noi vogliamo dare insieme alla Preside, questo messaggio, affinchè tutti i ragazzi possano venire a scuola sereni, nessuno deve turbare gli altri e nessuno deve essere turbato perchè oggi è importante avere questa solidarietà e rispettare questi valori”.

Dunque la riconsegna della palestra alla scuola è stata l’accasione per il primo cittadino per lanciare un messaggio fortemente educativo non solo di rispetto verso il patrimonio comune ma anche contro il bullismo, l’arroganza ed ogni forma di prevaricazione, con l’impegno di approfondire in altre occasioni con incontri e seminari l’argomento.

“È un momento molto importante, di crecsita di questa comunità – ha affermato la Dirigente scolastica Rachele D’Esposito – di conseguenza noi stiamo stimolando i ragazzi a mantenere e preservare tutto quello che hanno affinchè lo possano lasciare integro agli alunni che verranno e quindi alle generazioni future. Avere una così bella palestra è cosa per nulla scontata, ci consente di fare sport e lo sport ci rende persone migliori”.