Grottaminarda – 27enne in manette per maltrattamenti in famiglia

0
2

I Carabinieri di Grottaminarda, hanno tratto in arresto un 27enne accusato di aver maltrattato la madre e la sorella di ventidue anni al fine di ottenere denaro. Il giovane, già assuntore di sostanze stupefacenti e alcoliche, maltrattava la madre e la sorella costringendole alla consegna di somme di denaro che spendeva in viaggi di piacere in citta´ del nord Italia e all´estero. Le due donne, dopo mesi di angherie e violenze, hanno trovato il coraggio di denunciarlo ai carabinieri che lo hanno tratto in manette con le accuse di estorsione e maltrattamenti in famiglia. La madre, figlia di genitori italiani emigrati, dopo essersi separata circa dieci anni fa dal marito tornato in Argentina – disinteressandosi delle loro condizioni tanto da crearsi una nuova vita in America Latina, lavora come cameriera presso alcuni ristoranti della zona. Da tempo era costretta a cedere parte dei suoi risparmi al figlio che in caso di rifiuto non esitava a picchiarla con schiaffi e pugni mettendo a soqquadro l´abitazione per impossessarsi del denaro. L’ incubo è terminato quando i Carabinieri sono arrivati presso l’abitazione arrestando il giovane per poi rinchiuderlo presso la Casa Circondariale di Ariano Irpino per rispondere di estorsione e maltrattamenti in famiglia. Delle operazioni è stata data immediatamente notizia alla Procura della Repubblica di Ariano Irpino che coordina le indagini nelle persone del Procuratore Capo, Dott. Amato Barile e del Sostituto Procuratore, Dott.ssa Michela Palladino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here