“Giullarte” è già un successo. Per la chiusura sfilata di tutti gli artisti

0
3

Si chiude domani, domenica 23 settembre, la XIXesima edizione di Giullarte, festival internazionale di artisti di strada e antichi mestieri. Ispirato a Notre Dame de Paris ed in particolare alla Festa dei Folli, l’evento ha visto nei primi due giorni una esplosione di colori e di emozioni nei tanti punti spettacolo situati in piazza Municipio, piazza Di Donato, piazza Tempio Maggiore, Basilica Paleocristiana, piazza Garibaldi, piazzetta degli Artisti e piazza Lanterna.

Domani, domenica 23 settembre, alle ore 24 si terrà la sfilata conclusiva con la partecipazione di tutti gli artisti e la tradizionale chiusura del portone del Municipio che simbolicamente segna la fine dell’edizione 2018.

Ad esibirsi i danzatori e ballerini della Compagnia Liguori, Il Gobbo di Cicignano, Lux Arcana con gli spettacoli di fuoco e led, la street percussion band Moruga Drum, la fanfara Riso Patate e Moules, LineAdAria con le danze verticali, il funambolo Filippo Franco, Dora con i suoi spettacoli di giocoleria e fuoco, Okotek (videomapping), Maurizio Iannino (spettacolo di luci computerizzate), gli acrobati parkour Ragazzi Dedalo, il madonnaro Marianna Battipaglia, trampolieri e sputa fuoco della Compagnia dei Saltimbanchi, il Mago Vago, la cartomante Ashima, il mago Luca Lombardo, Mauro ed Elisa Vizioli, mimi e attori con le loro maschere in cuoio e cartapesta, l’unico fauno d’Italia Fabio Gatto della Piccola Carovana, la ritrattista e caricaturista Marika Franco, le figure itineranti dei Monaci templari e le arti circensi di Fabio Squilibrio.

L’arte del corpo è stata protagonista nei primi due giorni, e lo sarà ancora nel gran finale, grazie alla scuola di danza “La Danse” di Elena Capozzi che, con i suoi trenta ballerini, ha arricchito le piazze di interventi coreografici a tema.

Durante la serata ci saranno giocolieri, trampolieri, statue umane, acrobati, fanfare, madonnari, ritrattisti e caricaturisti, a cui si aggiungono la mostra di arte contemporanea “La follia incontra l’arte della pace”, a cura dell’Associazione Arteuropa all’interno della Chiesa di Santa Maria delle Grazie e, nel chiostro del Comune, la mostra fotografica su “La Via Crucis” di Atripalda a cura della Pro loco.

Ed ancora, botteghe di antichi mestieri e visite guidate allo Specus Martyrum e alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie a cura della Pro loco (info e prenotazioni: tel. 0825756412 e 3401914076). In piazza Garibaldi è allestito un Info Point, mentre punti ristoro sono posizionati in Piazza Garibaldi e Piazza Di Donato. Continua anche l’iniziativa Promo Giullarte: in tutti i negozi e i pubblici esercizi (ristoranti, pizzerie, bar, etc) che esporranno il logo di Giullarte sarà possibile trovare offerte speciali a tema, e in tutti i ristoranti, pub e pizzerie che aderiranno all’iniziativa sarà possibile trovare uno speciale Menù Del Giocoliere, mentre in tutti i bar l’Aperitivo del Mangiafuoco e il Gelato del Cantastorie.

Giullarte è promosso dal Comune di Atripalda e cofinanziato dal POC Campania 2014-2020, Linea strategica 2.4 “Rigenerazione urbana, Politiche per il turismo e cultura”, con la direzione artistica di Anna Fedullo.