Gioco online in Italia e all’estero: legislazioni a confronto

Gioco online in Italia e all’estero: legislazioni a confronto

4 Agosto 2021

Servirebbe una libreria intera per contenere tutti i testi necessari a spiegare in modo completo le leggi sul gioco online in Europa e UK. La legislatura, infatti, varia da paese in paese. Facciamo una panoramica generale per scoprire la situazione legislativa in Italia, Finlandia, Spagna e UK.

IN ITALIA

Nel nostro paese l’unico ente che regolamenta il campo del gambling online è l’AAMS (Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato), che oggi si chiama ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli). Quest’organo impone alle società italiane o internazionali che desiderano operare in rete nel mercato italiano, attraverso un portale di giochi, il pagamento di tasse e il rispetto di condizioni stringenti. A tal proposito, molti sono stati  gli interventi del Parlamento italiano nel corso degli anni, a cominciare dalla legge n. 266 del 2005  (legge finanziaria per il 2006, art.1, commi 525 ss)che, al fine di contrastare i fenomeni di illegalità connessi alla distribuzione on line dei giochi con vincite in denaro, attribuisce in particolare all’Azienda Autonoma Monopoli di Stato, prima citata, la puntuale regolamentazione del settore (vedi ad esempio il decreto 27 luglio 2011) e l’inibizione dei siti web privi delle autorizzazioni previste, o che svolgono attività in contrasto con la disciplina vigente; altri interventi più organici in materia, sono stati effettuati con diversi decreti nel corso degli anni fino al D.lg. 12 luglio 2018, n. 87 (Decreto Dignità), convertito in Legge 9 agosto 2018 n. 96 con l’introduzione di alcune modifiche ed integrazioni, le più importanti sono le seguenti: l’indicazione della probabilità di vincita delle lotterie istantanee ; per gli anni 2018 – 2023 è previsto un PREU con aliquota crescente per le somme giocate alle slot machine ; l’affissione della scritta “questo gioco nuoce alla salute” su tagliandi delle lotterie istantanee, nelle sale da gioco e sugli apparecchi AWP e VLT ; l’accesso agli apparecchi AWP e VLT può avvenire solo con le tessere sanitarie per impedire l’accesso ai minori e per concludere. al fine di individuare i locali privi di slot machine è stato istituito il marchio “No Slot” .

Non esistono differenze legislative tra le varie regioni. Le norme emanate sono applicate su tutto il territorio nazionale. I giochi online sono legali. Ad oggi esistono più di 200 siti di casinò online.

IN FINLANDIA

La situazione è molto diversa in Finlandia. Il monopolio statale detiene tutte le tipologie di gambling online e offline. Sono la RAY e il PAF gli enti che forniscono i giochi nei casinò fisici e sulla rete. L’Europa ha già chiesto un allentamento delle restrittive maglie del monopolio statale. Le aziende straniere, tuttavia, possono offrire i propri servizi in Finlandia. Il Paese, infatti, non si arroga il diritto di censurare i siti web stranieri in cui i cittadini finlandesi possono giocare, pertanto è ad oggi ancora legale giocare ai casinò online – che in finlandese sono chiamati nettikasino – anche se stranieri, purché provvisti di licenza di gioco da Malta o da Gibilterra.

IN UK

Il Regno Unito invece presenta un mercato del gioco online tra i più liberi e grandi del continente europeo. Il settore è stato portato a norma nel 2014. Non solo società del paese – che rappresentano il 41% degli operatori. Ma anche compagnie da paesi stranieri. Il comparto online ha negli ultimi sette anni subito cospicui incrementi per numero di utenti. L’avvento del mobile e la massiva diffusione della banda larga hanno consentito uno spostamento delle preferenze dei giocatori inglesi verso il mondo online, piuttosto che dal vivo.


IN SPAGNA

La legislatura spagnola ha inizialmente compiuto passi lentissimi nel processo di regolarizzazione delle leggi sul gioco online. Nel 2010 ci sono state le prime timide mosse con l’istituzione di una commissione e la delineazione di punti per mettere a punto un settore che chiedeva di avere leggi chiare. Dal 2012, anno della completa regolamentazione del gioco online, il mercato spagnolo è cresciuto progressivamente, senza arresti.

CONCLUSIONI


Le leggi sul gioco online non sono le stesse in tutti i paesi dell’area Europa. Impossibile riportare tutti i dettagli delle varie legislature. Ogni nazione si arroga il diritto di emanare le proprie leggi per normare un settore che è in fortissima espansione.