Giocattoli non conformi: maxi sequestro della GdF in negozio cinese

0
1278
Giocattoli_cinesi

Nei giorni scorsi la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Benevento, nell’ambito dei servizi di contrasto ai traffici e alla commercializzazione di prodotti contraffatti e/o non sicuri, ha sottoposto a sequestro circa 12.000 giocattoli privi delle necessarie informazioni previste dal Codice del Consumo.

I militari della Tenenza di Montesarchio hanno sottoposto a controllo un esercizio commerciale di Arpaia (BN), gestito da personale di etnia cinese, ove hanno riscontrato che in un locale di circa 1500 metri quadrati erano esposti giocattoli che erano destinati alla vendita in occasione del Natale. Tuttavia i potenziali doni natalizi erano privi delle informazioni relative alla denominazione merceologica del prodotto, all’origine di produzione e all’eventuale presenza di materiali o sostanze che possano arrecare danno all’uomo.

Il responsabile dell’attività commerciale è stato segnalato alla Camera di Commercio per le violazioni riguardanti il Decreto Legislativo n. 206/2005 che prevede la sanzione amministrativa da 516 euro a 25.823 euro.

La merce, del valore di circa 40.000 euro, è stata sottoposta a sequestro.

L’operazione delle Fiamme Gialle testimonia l’incessante impegno nel contrasto agli illeciti economico-finanziari. In particolare, con l’approssimarsi delle festività natalizie, l’azione del Corpo è anche orientata al contrasto della commercializzazione di giocattoli contraffatti e/o insicuri allo scopo di individuare e denunciare i soggetti produttori e distributori, nonché alla disarticolazione delle intere filiere illecite.

La vendita di prodotti non conformi agli standard di sicurezza è, purtroppo, un fenomeno che, oltre ad intaccare l’economia legale, provoca rischi per la salute pubblica e la sicurezza.