Gesualdo, fiume di visitatori per il presepe vivente

Gesualdo, fiume di visitatori per il presepe vivente

30 Dicembre 2015

Alle pendici del castello Carlo Gesualdo dell’omonimo paesino dell’alta Irpinia, è andato in scena il 27 e il 28 dicembre, in una magica atmosfera natalizia, il presepe vivente organizzato dai ragazzi dell’associazione Astrea.

Un percorso lungo 33 scene che ha fatto rivivere abitudini, arti e mestieri ai tempi del Cristo nascente e che ha coinvolto le migliaia di persone accorse alla sacra rappresentazione culminata con l’emozionante quadro della natività.

L’Associazione Astrea non è nuova a questo tipo di iniziative infatti da tempo opera sul territorio con iniziative culturali volte alla promozione e allo sviluppo dei luoghi più caratteristici del piccolo paese della verde Irpinia.

Da due anni a questa parte il nutrito gruppo di giovani dell’associazione ha preso in mano le redini dell’organizzazione della sacra rappresentazione dopo aver collaborato attivamente nei quattro anni precedenti alla progettazione e alla propaganda di uno degli eventi che ormai è diventato un classico del Natale gesualdino.

Il presepe vivente 2015 ha visto una grande partecipazione dei cittadini di Gesualdo; più di 200 i figuranti che hanno indossato vestiti realizzati direttamente dai membri dell’associazione che tra l’altro è intervenuta lo scorso 13 dicembre nella manifestazione “Notte d’Arte 2015” tenutasi a Napoli. 

L’iniziativa culturale, patrocinata dal comune del capoluogo campano, ha visto la partecipazione dell’Associazione Astrea con la presentazione di un’anteprima del presepe vivente riscuotendo il plauso del primo cittadino partenopeo, Luigi de Magistris. 

I ragazzi dell'Associazione Astrea con il sindaco di Napoli De Magistris

I ragazzi dell’Associazione Astrea con il sindaco di Napoli De Magistris


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.