Gesualdo – Il musical “Don Bosco” tra luci coreografie e significato

19 Agosto 2013

Gesualdo – Dopo il grande successo di questo inverno e, giunto alla sua undicesima replica ritorna ancora una volta il Musical di Don Bosco della Compagnia SulReale. Stavolta sarà la bellissima Piazza Umbero I di Gesualdo ad ospitare la compagnia che ripercorrerà le tappe più importanti della vita del Santo dei giovani. Dalle 21.30 dunque si alzerà il sipario per una serata all’insegna della musica. Lo stesso Don Bosco riteneva che il teatro potesse essere per i giovani un appassionante strumento educativo e così a Ariano Irpino torna protagonista riacquistando la sua dimensione educativa. La recitazione, la danza e il canto ritrovano la loro carica evangelizzatrice nel racconto di una storia bella e importante.

Ovviamente al centro dello spettacolo la figura di Don Bosco, uomo straordinario che riuscì a raccogliere tantissimi giovani dalla strada fondando un Oratorio e creando anche attività di formazione e apprendistato per dare un lavoro. Il musical ha quindi ripercorso le varie tappe della vita del salesiano divenuto santo: il rapporto molto forte con la madre, l’amore verso i ragazzi raccolti dalla strada e allontanati dalle sue insidie, ma anche la lotta contro le malelingue e la resistenza della chiesa che non amava i suoi metodi che all’epoca erano visti come eccessivamente moderni.

Quella di Don Bosco è una figura a tutto tondo secondo gli organizzatori del musical, non riconducibile a semplici formule o a titoli giornalistici; è una personalità complessa, fatta di realtà ad un tempo ordinarie ed eccezionali, di progetti concreti, ideali e ipotetici, di uno stile quotidiano di vita, azione ed insieme di particolari rapporti con il soprannaturale. Una tale figura non può essere adeguatamente compresa se non nella sua poliedricità e pluridimensionalità. Ed è proprio su questo aspetto che si è concentrato il lavoro di chi ha realizzato questo musical.

Lo spettacolo è un susseguirsi anche di luci, colori, coreografie. Verrà raccontato essenzialmente il sogno di Don Bosco che era quello di ripulire la società da possibili pericoli, specie per i giovanissimi, a fortissimo rischio di diventare la manovalanza della criminalità organizzata. Un messaggio che ancora oggi sembra attualissimo. La Compagnia SulReale nelle otto repliche precedenti tra Ariano e Gesualdo ha fatto registrare sempre il tutto esaurito. L’intenzione è quello di riproporre il musical anche prossimamente tra cui I comuni di Rocca S. Felice, Melito Irpino e Salerno .


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.