Gestione del Teatro ed Eliseo, l’opposizione all’attacco: “Procedura nomine illegittima”

0
61

Fabrizio Nigro – Si è tenuta quest’oggi, presso il Comune di Avellino, la Conferenza dei Capigruppo per la definizione degli argomenti che saranno al centro del prossimo Consiglio Comunale, che si terrà il 9 ed il 10 giugno, in prima convocazione, ed il 12, il 13 ed il 15 giugno in seconda convocazione.

A tenere banco, in particolare, la gestione del Teatro Carlo Gesualdo, oggi affidata ad un comitato provvisorio composto da 3 membri, eletti dalla maggioranza di governo.

Quella del comitato del Teatro è una questione su cui l’opposizione ha sollevato diverse perplessità in merito all’adeguatezza professionale dei suoi componenti, alla corretta procedura delle nomine e ad alcune ipotesi ancora tutte da verificare, che si inseriscono nel quadro più ampio dell’indagine della magistratura sui bilanci del Massimo cittadino, che riguarderebbero l’utilizzo di biglietti omaggio da parte degli amministratori dell’ente di Piazza del Popolo per gli spettacoli delle scorse stagioni teatrali.

“La forma con cui si è proceduto alle nomine del Comitato di Gestione ci appare illegittima – ha affermato il consigliere di opposizione di “Si può”, Giancarlo Giordano – perché non sono state rispettate le norme dello Statuto che regolano tale materia (nello specifico agli articoli 22 e 12 n.d.r.) e neppure sono stati stabiliti i termini entro i quali la minoranza avrebbe potuto esprimere i propri nomi. Passaggi formali obbligatori che il sindaco non ha rispettato. Vorremmo inoltre discutere con Foti sulle qualità professionali espresse dai nominati alla guida de Teatro, che probabilmente non rappresentano il giusto mix tra competenze tecniche e competenze in ambito artistico/culturale”.

“Intanto – ha aggiunto Giordano – il Presidente del Consiglio Comunale si è impegnato per proporre alla Segreteria Generale del Comune la redazione di un parere scritto su questa questione. Tuttavia, se tale documento dovesse risultare inutile, ci rivolgeremo alla magistratura”.

E sulla questione dell’Ex Cinema Eliseo: “Al momento non abbiamo notizia di come stia procedendo l’iter di acquisizione dell’immobile, ne come si procederà per il futuro affidamento in gestione. Gli assessori, in questo frangente, dovrebbero interloquire maggiormente con la Regione per strappare al Governatore De Luca quanto da lui stesso promesso”.

Sulla stessa linea il consigliere di minoranza di “La svolta inizia da te”, Dino Preziosi: “riteniamo che le procedure che hanno portato all’elezione dell’attuale comitato di gestione del Gesualdo siano illegittime, poiché effettuate in violazione di specifiche regole politiche. Il sindaco avrebbe dovuto comunicarne modalità e nomi all’interno della Conferenza dei Capigruppo. Al momento non sappiamo come dovrà funzionare, e quali saranno le linee guida che verranno dettate. Vogliamo inoltre fare luce sulla lista, paventata da un quotidiano online, riguardante alcuni amministratori che avrebbero usufruito di biglietti omaggio. Abbiamo dunque dato mandato al Segretario di chiarire la vicenda, perché non vogliamo che si spari nel mucchio a fronte di alcuni che potrebbero aver beneficiato di tali privilegi”.