Gal Partenio, workshop su come comunicare la bellezza di un territorio

Gal Partenio, workshop su come comunicare la bellezza di un territorio

27 Maggio 2021

Come può un territorio comunicare la propria bellezza? Quali dinamiche rendono la suggestione dei luoghi un attrattore turistico in grado di determinare crescita economica e sviluppo? Sono questi alcuni degli interrogativi che il Gal Partenio intende affrontare in occasione di un webinar, che rientra in un’attività di animazione territoriale, dal titolo “Comunicare la bellezza dei villaggi della tradizione – Buone pratiche e metodologie”.

L’appuntamento si terrà lunedì 31 maggio, con inizio alle ore 16.30, su piattaforma Zoom. L’incontro rientra nelle attività del progetto di cooperazione transnazionale “Villages of Tradition”.

Interverranno Maurizio Reveruzzi, coordinatore del Gal Partenio, con una relazione sul tema “Villages of Tradition, la sfida del  Gal Partenio”, Giovanni Tagliaferro, Psicologo clinico, psicoterapeuta, criminologo, sessuologo – docente all’Università Giustino Fortunato di Benevento, con una relazione sul tema “Comunicare la bellezza tra criticità e minacce potenziali”, Jan Lai, Formatore interculturale e progettista per l’Associazione Interculturale NUR (Cagliari) agenzia regionale di invio e coordinamento nel quadro del programma “Gioventù in Azione” della Commissione Europea con un intervento dal titolo “Esperienze progettuali: Giovani e potenza creativa sul tema del lavoro, sviluppo turistico e promozione delle aree interne”. Le conclusioni dell’incontro, che sarà moderato dalla giornalista Jenny Capozzi, saranno affidate a Luca Beatrice, Presidente del Gal Partenio.

La priorità resta il territorio con le sue eccellenze, quelle specificità che lo rendono unico agli occhi di un potenziale visitatore, ma la differenza la fa la qualità del racconto, l’amore dei suoi protagonisti e degli attori territoriali, la capacità di produrre empatia che si traduce in buona accoglienza: sono questi alcuni degli spunti che saranno affrontati nel corso dell’incontro. Oggi più che mai lo spirito del progetto “Villages of Tradition” sembra essere adeguato e tagliato per i tempi che viviamo: la riscoperta delle zone rurali, l’autenticità delle radici culturali, la riscoperta del senso di comunità rappresentano sempre più strumenti di crescita e di sviluppo di un territorio, in termini culturali, sociale ed economici.