Furbetti del cartellino, il fenomeno si allarga a macchia d’olio

0
3

Smascherato l’ennesimo caso dei furbetti del cartellino.

Stavolta accade a Foggia, dove i carabinieri del comando provinciale stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 20 dipendenti del Comune.

Di questi, 13 sono stati sottoposti agli arresti domiciliari e 7 alla misura interdittiva della sospensione dall’esercizio dei pubblici uffici, per il reato di truffa ai danni dello Stato. Tra gli arrestati anche un dirigente.

Si tratta solo dell’ultimo di una serie di casi di assenteismo di dipendenti pubblici.

Negli ultimi tempi ha fatto scalpore il caso dei furbetti del cartellino di Avellino dove 21 dipendenti dell’Asl vengono sospesi dal servizio e indagati per truffa. Gli assenteisti potevano contare su colleghi complici che timbravano il cartellino per loro. Durante le indagini, effettuate anche con videocamere nascoste, gli investigatori hanno rilevato il comportamento di una guardia giurata predisposta alla vigilanza interna, che con un cacciavite ha tentato di rimuovere una delle microcamere nascoste.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here