FOTO/Basket, Sidigas chiude l’anno col sorriso: battuta Reggio 82-74

0
4

Guarda la fotogallery

Avellino – Dopo 4 sconfitte di fila, la Scandone Avellino ritrova il successo e lo fa all’ultima gara dell’anno battendo la Grissin Bon Reggio Emilia (già con la testa ai playoff) con il finale di 82-74. Falcidiata dalle assenze, gli uomini di Vitucci hanno messo in campo una prova di carattere e cuore, elementi che hanno si contraddistinto le ultime tre partite dell’anno ma che sono mancati troppo spesso durante l’intero arco della stagione.

Primo quarto. Ranghi ridottissimi per la Scandone Avellino che all’ultima gara dell’anno si presenta senza Hayes (mandibola lussata dopo la battaglia contro Milano), Ivanov, Spinelli e Dragovic. Coach Vitucci manda in campo nei 5 iniziali Lakovic, Cavaliero, Foster, Achara e Thomas. Replica Max Menetti (che rinuncia ancora a Della Valle) con Cinciarini, Silins, Gigli, Kaukenas e White.
Ci prova la Sidigas sin dall’inizio a prendere il pallino del gioco in mano e con Lakovic trova la prima bomba del match (7-4 al 5′). Gli fa eco Cavaliero, sempre da tre mentre Reggio Emilia sciupa un altro pallone in attacco. Lakovic poi si ripete ancora dall’arco e Menetti è costretto a chiamare timeout (13-4 al 6′). Il break della Scandone viene però interrotto da una tripla di Kaukenas, finito anche lui nel polverone Siena nell’ambito dell’inchiesta Time Out. Palla rubata da Foster a White con l’ex Cremona che va a concludere il contropiede segnando da tre (20-10 all’8). La prima frazione si chiude con Avellino avanti 22-13.

Secondo quarto. White-Antonutti: la Reggiana fa 6-0 ad inizio secondo quarto (23-19 al 12′). Buon impatto in gara anche per Biligha che si esibisce in una mostruosa stoppata ai danni di White. Intanto Reggio Emilia con Brunner impatta sul 23-23. Time out per Vitucci. Lakovic è il primo ad andare in doppia cifra; la nuova tripla dello sloveno riporta Avellino avanti di 1 (26-25 al 15′). C’è gloria anche per Achara che in penetrazione segna e subisce fallo, realizzando poi il libero successivo. Menetti chiama ancora il minuto di sospensione mentre Achara mette a referto altri 4 liberi di fila. Reggio Emilia è nervosa, a pagare per tutti è Kaukenas che si fa chiamare un tecnico per proteste. Avellino continua a macinare punti in attacco con Goldwire e Achara. Al riposo lungo Avellino è ancora avanti 43-39.

Terzo quarto. Pronti-via e Lakovic mette in cascina la sua quarta tripla della serata (46-42 al 21′). Ma Reggio è lì e pareggia i conti trascinata da White (52-52 al 24′). La partita sale di intensità. Cinciarini da una parte e Lakovic dall’altra danno vita a una sfida nella sfida (60-58 al 27′). Al festival delle triple partecipa pure Thomas con Avellino che mantiene il vantaggio (63-61). All’ultimo riposo Avellino è avanti 64-63.

Ultimo quarto. Serie di errori da ambo le parti ad inizio dell’ultima frazione con Reggio Emilia che paga ancora un tecnico. È timeout per Menetti (69-63 al 33′). Gli ospiti provano la zona ma Lakovic punisce da oltre sette metri la molle difesa reggiana. La Scandone vola così a +11 a meno di 5′ dalla fine. Il gap aumenta quando anche Cavaliero trova il canestro pesante e Biligha stoppa Kaukenas (79-65 al 36′). Minuti finali anche per i piccoli lupi in campo, Riccio, Ronconi e Morgillo. La Sidigas batte la Grissin Bon e chiude con una vittoria una sfortunata annata.

Sidigas Avellino – Grissin Bon Reggio Emilia 82-74
Avellino: Thomas, Biligha, Lakovic, Goldwire, Ronconi, Morgillo, Cavaliero, Riccio, Achara, Foster. All.: Vitucci
Reggio Emilia: White, Filloy, Gigli, Brunner, Antonutti, Bell, Frassineti, Kaukenas, Cervi, Silins, Pini, Cinciarini. All.: Menetti
Arbitri: Cerebuch, Lanzarini, Filippini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here