FOTO / Ville comunali in città, è qui il degrado. Vietato bere: non funzionano nemmeno le fontane

0
1209

Primavera ed estate si avvicinano ma nelle ville comunali di Avellino sarà vietato bere oppure semplicemente rinfrescarsi. A palazzo di città, sotto la supervisione del sindaco Festa e dell’assessore all’Ambiente Negrone, sono troppo impegnati per accorgersi di quelle che, molto probabilmente, secondo loro sono solo delle sciocchezze.

Loro sono stati chiamati a “salvare” il capoluogo – chissà poi da cosa – ma, intanto, non si curano, o lo fanno male, di quelle che dovrebbero essere un fiore all’occhiello della “verde” Irpinia.

La villa comunale del corso e quella di via Colombo sono combinate maluccio. Forse nemmeno le foto riescono a restituire bene il degrado che vige sovrano nei due polmoni verdi della città. Vi consigliamo, quindi, di farvi un giro, cosa che abbiamo fatto noi nei giorni scorsi (che puntualmente rifaremo). Ne uscirete sconfortati, o quasi.

Lo sconforto maggiore è quando ci si rende conto che, su circa otto fontane presenti nelle due ville (forse qualcuna in più), ne funzionano al massimo tre. Forse l’acqua è un bene troppo prezioso per noi semplici cittadini: non ne siamo degni, non ne potremo godere nelle prossime giornate calde. Come noi, nemmeno i bambini oppure i nostri amici a quattro zampe. E neanche gli anziani.

Forse non si può bere perché, se a qualcuno dovesse scappare la pipì, dove va? Come ben saprete, infatti, non funzionano neanche i bagni. Storia vecchia, direte voi. E già.

Stendiamo un velo pietoso sul come sono tenute queste ville, sulla “cura”, sulla pulizia. Disegni osceni quanti ne volete ad esempio. Da qualche parte, spunta anche un pantalone, un jeans buttato a terra.

Due ville in città, nel centro città, stesso, identico abbandono. Questa sì che è corenza. Enjoy city.