FOTO/ Smaltimenti illeciti: telecamere nascoste e controlli a tappeto ad Avellino

0
87

Fabrizio Nigro – Una ricognizione cittadina per il contrasto allo smaltimento illecito dei rifiuti.

E’ quella effettuata questa mattina dall’assessore all’Ambiente del Comune di Avellino Augusto Penna, accompagnato dall’architetto Michelangelo Sullo (responsabile del servizio tutela ambiente), da Maria Carbone (ufficio tutela ambiente) e Giulio Labruna (servizio ecologia).

Un mini “tour del degrado” che ha toccato via Tuoro Cappuccini, Contrada Cesine, Contrada Chiaire, Valle e Rione San Tommaso.

“Abbiamo deciso di effettuare una breve ricognizione a seguito di segnalazioni relative a scarichi indiscriminati di rifiuti di vario genere” – ha affermato l’assessore Penna.

“Ci siamo trovati di fronte a situazioni preoccupanti anche in luoghi che non ci saremmo aspettati – ha proseguito – come la zona di Via Tuoro Capuccini, nei pressi del Liceo Artistico, dove abbiamo rinvenuto pacchi di materiale non identificato per i quali sarà opportuno proseguire a verifiche prima della rimozione”.

“Anche in prossimità di Campetto Roca, nel Rione San Tommaso, abbiamo rinvenuto diverso materiale proveniente da scarti edili”.

“Sul punto – ha puntualizzato l’assessore – voglio ricordare ai cittadini che, ogni giorno, possono consegnare gratuitamente modiche quantità di scarti di edilizia presso l’isola ecologica comunale, sita a Campo Genova e gestita da Irpiniambiente, evitando di perpetrare pratiche che non solo deturpano l’ambiente ma li espongono ad un preciso reato penale punibile con il carcere”.

Da ora in poi, le misure adottate dall’assessorato all’ambiente in sinergia con il Comando di Polizia Municipale saranno davvero ferree, conferma Penna: “In accordo con il Comandante Arvonio, stiamo provvedendo all’installazione di telecamere mobili che immortaleranno gli illeciti. Avvertiamo dunque chi è solito dedicarsi a tali azioni, perché le conseguenze potrebbero essere assai rilevanti. Inoltre – ha concluso Penna – intendiamo portare avanti quotidiane attività di verifica e sopralluogo in città, grazie ad una vera e propria task force tra il settore ambiente ed il settore ecologia del Comune”.