FOTO/ Sidigas, tutti in campo! Banks riabbraccia Vitucci. E Lakovic?

0
1

Guarda la fotogallery

Avellino – Ore 17 (o giù di lì): la nuova Sidigas Scandone Avellino è scesa in campo al Pala Del Mauro per la prima sgambatura ufficiale a ranghi (quasi) completi. E a giudicare dalle facce degli atleti della ‘beneamata’ biancoverde, dall’intensità degli ordini di partitura di coach Frank Vitucci e dalla voglia di giocare di Adrian Banks (sbarcato dagli States in Italia solo poche ore prima) ci sono tutti i presupposti per assistere ad una stagione che si preannuncia di riscatto rispetto a quella, decisamente negativa, dello scorso anno, i cui strascichi probabilmente hanno avuto una eco troppo lunga che rischiava di mettere a repentaglio il buon lavoro, in termini di campagna acquisti, che è stato fatto in estate.

TUTTI IN CAMPO. Detto di Banks (ultimo a raggiungere l’Irpinia), in giornata sono arrivati ad Avellino per sostenere le visite mediche e prendere possesso del Del Mauro Oderah Anosike, Junior Cadougan e Sundiata Gaines; i tre si sono aggregati al gruppo composto da Daniele Cavaliero (capitano in pectore), Riccardo Cortese, Adam Hanga, Luca Lechthaler e Marc Trasolini. L’ingresso di Banks al Del Mauro è stato, invece, come un ritorno in famiglia: la guardia di Memphis, che ha giocato negli ultimi due anni in Lega A a Varese (tranne che per una piccola parentesi in Israele) è stato accolta dall’abbraccio paterno dei coach Vitucci e Bizzozi.
Sorrisi e facce rilassate, dunque, per il primo vero allenamento al Palazzetto, a testimonianza della voglia di riscatto della truppa agli ordini di Vitucci che domattina prenderà il volo per il ritiro in Trentino.

HARPER E IL ‘CASO’ LAKOVIC. Nello scacchiere di Vitucci manca ancora un tassello (il ‘4’ titolare) ovvero quel Justin Harper, da tempo nel mirino della dirigenza biancoverde, che con tutta probabilità raggiungerà i suoi nuovi compagni di squadra a Folgaria.
Jaka Lakovic rischia invece di diventare un vero e proprio caso. Il play già campione d’Europa col Barcellona si trova ancora nella sua Slovenia. Di fatto, Lakovic non è stato convocato per la preparazione pur essendo ancora sotto contratto con l’Avellino fino al 2015. Per lo sloveno all’orizzonte si profila un nuovo caso Galatasaray: si ricorderà come nel 2012 – prima del suo mirabolante approdo in Irpinia – l’arrivo di coach Ataman al club turco estromise ‘Jale’ dal gruppo, costringendolo successivamente a trovare un nuovo ingaggio.
di Antonio Pirolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here