FOTO / Immacolata bagnata, il Natale ad Avellino parte in tono minore: albero e poche casette

0
3147

Immacolata bagnata, il Natale ad Avellino parte in tono minore. La festa in città comincia da piazza Kennedy, con l’inaugurazione delle casette e l’accensione dell’albero. Ottimista il sindaco Gianluca Festa. “Ovviamente la pioggia ha condizionato l’avvio delle manifestazioni – afferma – ma noi non abbiamo voluto mancare la data dell’8 dicembre, come da tradizione. L’albero che abbiamo illuminato è un albero naturale, quindi è una scelta green. Stasera abbiamo lanciato anche un messaggio preciso: il Natale non si festeggia soltanto al centro città, per questo motivo abbiamo voluto allargare il perimetro delle iniziative. E’ un segnale importante per i residenti ed i commercianti di questa zona. Casette, ruota panoramica, albero. Per ripartire dobbiamo pensare alla città nella sua globalità”.

Sette le casette che questa sera hanno aperto i battenti, invece delle dieci previste. Ma anche qui, a ridimensionare un po’ il tutto è stato il cattivo tempo. “Le nostre casette rappresentanto comunque una vetrina ambita ed importante, nonostante il covid: abbiamo anche la castagna di Serino”.

Lo start in piazza Kennedy, ma il fine settimana spazio anche al centro città, dal corso al centro storico. “Abbiamo immaginato due partenze – sottolinea Festa -. Il corso ed il centro sono più frequentati nel week and. Piazza Kennedy è stata un’area trascurata per troppo tempo, giusto darle l’adeguata importanza. Anche tra il corso, piazza Libertà ed il centro storico, ci saranno le luminarie ed un altro albero di Natale”.

Il covid e l’impennata dei contagi sono stati altri fattori limitanti e condizionanti del Natale in città. “Abbiamo fatto una scelta precisa in tempi non sospetti. Il perdurare della pandemia ha fatto cambiare i nostri piani e così abbiamo deciso di non utilizzare i 150mila euro previsti dai fondi Poc. Li utilizzeremo per altre iniziative, non andranno persi. Ma spenderli oggi, con il virus ancora in circolazione, sarebbe stata una follia”.

Da domani andrà in funzione anche la ruota panoramica di piazza Kennedy. “Ho coronato un sogno, mi farà vedere piacere i bambini divertirsi. Oggi il tempo non ci aiuta ma nei prossimi giorni sono convinto che la città comincerà ad avvertire il clima natalizio”.

Sollecitato, il sindaco parla anche della casetta di vetro, di nuovo miseramente vuota al centro del parco Di Nunno. “Abbiamo ereditato un bando ed una scelta che noi non avremmo fatto. Appena quella gestione scadrà, faremo le nostre scelte in modo diverso”.