FOTO / Il Coni fa splendere le stelle dello sport irpino, ecco tutti i premiati

0
1887

Ci sono i campioni di tennis tavolo e quelli di pugilato, quelli del calcio a 5 e quelli del tiro con l’arco. Come ogni anno, il Coni di Avellino guidato da Giuseppe Saviano, “accende” le stelle irpine dello sport e premia gli atleti del Comitato Olimpico per aver raggiunto risultati di livello nel corso delle ultime stagioni agonistiche 2022.

“E’ il tempo delle premiazioni ma anche quello della ripresa. Due anni e mezzo di covid hanno frastornato tutti, compreso il movimento sportivo”, afferma Saviano. “Finalmente ci stiamo incamminando verso la strada giusta con tante vittorie dei nostri atleti che, purtroppo, molto spesso non sanno promozionarsi. E’ importante inoltre dire che lo sport deve anche servire a formare il cittadino di domani, un pugile, ad esempio, deve essere prima un uomo al di fuori del ring e poi un ottimo atleta quando combatte”.

Tante realtà sportive irpine, fa notare il delegato provinciale del Coni, stanno emergendo a livello nazionale. Saviano punta molto sui giovani e ritiene fondamentale che si faccia formazione anche nel mondo dello sport. “Un bambino di cinque anni non deve per forza allenarsi per diventare un campione ma, innanzitutto, per divertirsi”.

“Il sistema sportivo nazionale deve essere bravo a raggiungere qualsiasi comune, anche quelli più piccoli, che spesso non sono sotto i riflettori anche perché lontani dai grandi centri. Lo sport dovrebbe arrivare dovunque”.

Anche per Sergio Roncelli, presidente del Coni Campania, quella di oggi è una giornata molto importante. “Si segna la rinascita dello sport. Tutti insieme ripartiamo dalle attività giovanili e sociali di inclusione, soprattutto delle persone di nazionalità ucraina”.

Nutrito l’elenco degli atleti che sono stati premiati all’interno della sala blu del carcere borbonico di Avellino, alla presenza anche di istituzioni, tra cui il sindaco di Atripalda, Paolo Spagnuolo, accompagnato dal delegato allo Sport Antonio Guancia.

Per la Fidal Antonio Petrillo, per la Ficr Giancarlo Cerrone, per la FiteT (Tennis tavolo) Alessandro Cannavale, per la Fpi (Pugilato) Francesca Pia Regione e Boussarda Bilal, per l’Aci Mario Squittino, per il Cip (Parlampico) Antonio Testa, per il calcio a 5 Massimo Abate, presidente “Sandro Abate Avellino” seria A C5, per il Fitarco (tiro con l’arco) Andrea Davide Nappi, Francesco Fretti, Antonio Mottola, Antonio Garofalo.

Ed ancora, per la Fiba (Badminton) Marco Taurasi, per veterani sportivi Unione Nazionale veterani dello sport sezione di Montemiletto – campione nazionale di calcio AD 11 – 2002, per la Fita (taekwondo) Valeria Napodano, per la Fmi Paolo Gaeta ed Emilia Bonaventura, per la Fip Asd Basket Lioni, per la Fipe (Pesi) Emanuela Romano, Giuseppe Colantuoni, Raffaele Marmoriale, Carlo Pagliaro, Pasquale Montesanto, Riccardo Franco, Giuseppe Dello Russo, Matteo Dente, Lucia Dente, per la Fit (tennis) Nicolò Ruocco, per il baseball Mauro De Luca, per la Fisr (pattinaggio) Eva Genovese, per la Fgi (ginnastica ritmica) Ida Litto, Eliana Monteforte e Chiara Michela Rossano, per il karting Francesco Palladino.

Per la Fipas Indresano Milanino, Domenico De Cristofaro, per Fsi (scacchi) Vincenzo Petruzzo e Giovanni Marchitto, per Fis Ginevra De Falco, per Us Acli Massimo De Girolamo, per Uisp Massimo Pasquale, per Fiso Valentina D’Alelio, per Msp Pierpaolo Troise, per Fijlkam (karate) Francesco Loffredo, Giulia Silvestro, Luigi Renzulli, Mario Iannuzzi, Pasquale Rastiello, per la Fmsi Alessio Sullo e Franco Pasquale Cerullo, per la Fitav Asd La Tana del lupo – Tiro a volo campione d’Italia 2022 di società di compark sporting, per Power Cdr Competiion Laudati, Ascione.

Per il Coni nazionale stella d’oro al merito sportivo ad Alfredo Cucciniello, stella d’argento Shizoku Karate Avellino, stella d’argento a Luciano De Castris, stella di bronzo a Carmine Zigarelli ed Angelo Maietta.

Il premio speciale Giacomo Del Mauro a Pasquale Mupo, il premio Ambiente e Sport al maestro Giuseppe Rubicco perché “ha coniugato l’arte e lo sport per affermare, in modo originale, la battaglia per un ambiente migliore, inventandosi e trasmettendo ai più piccoli la passione del riciclo di tutti i materiali come forma di espressione artistica, alternativa alla distruzione della natura”.

In prima linea come sempre per l’ottima riuscita della kermesse, presentata da Remo D’Acierno e Domenico Zappella, Francesco Rodia con Expert Parente e Otto Grani.