FOTO / “I giorni dello sport” anti-Covid, Saviano e il Coni lanciano la nuova sfida: “Un’edizione di riflessione e di pungolo”

FOTO / “I giorni dello sport” anti-Covid, Saviano e il Coni lanciano la nuova sfida: “Un’edizione di riflessione e di pungolo”

30 Maggio 2020

Alpi – Niente e nessuno ferma Sportdays. Dalla pioggia al coronavirus, la manifestazione ideata 19 anni fa dal presidente, oggi delegato, provinciale del Coni, Giuseppe Saviano riesce, ogni anno, a “piegare” ogni avversità. L’evento sportivo più atteso dell’anno nel capoluogo irpino, è la riproduzione plastica del carattere del suo “inventore”: la caparbietà ne è il segno distintivo. E così, nemmeno il virus fa venire meno “i giorni dello sport” made in Irpinia. Ovviamente, sarà un’edizione del tutto diversa dalle precedenti, con tante novità.

La location del Campo Coni era stata già abbandonata lo scorso anno a causa dei lavori per le Universiadi. Come si ricorderà, l’evento dodici mesi fa è approdato a Parco Manganelli, riscuotendo il solito successo di pubblico e di critica. Quest’anno, però, “Sportdays” cambia città e, per la prima volta, si terrà a Mercogliano.

“Con la città di Mercogliano collaboriamo ormai da più di venti anni”, ricorda Saviano. “Ero molto incerto se organizzare o meno l’evento quest’anno. Ma la solita apertura di credito di Mercogliano e del suo sindaco, Vittorio D’Alessio, mi hanno dato la spinta per continuare”. E così, lunedì 1 giugno si parte. Appuntamento nel parcheggio della piscina comunale. Alle 18 in punto. Si andrà avanti fino al 21 giugno. Formula ovviamente diversa.

In primo piano non solo lo sport, ma anche le associazioni di volontariato. Un ruolo importante sarà ricoperto dai media: la 19^ edizione, infatti, si svolgerà senza pubblico ma con la diretta sulle emittenti Prima Tv e Telenostra, oltre a quelle delle pagine istituzionali del Comune di Mercogliano e non solo.

Ci saranno interventi della Protezione Civile, della Misericordia. Spazio poi alla zeza di Mercogliano, alla tarantella di Montemarano e al Palio della botte. Stands della Pro Loco e dell’ente regionale Parco del Partenio.

“Sarà uno sportdays di riflessione”, annuncia Saviano. La nuova formula vedrà la partecipazione di tutte le federazioni sportive che avranno il “palcoscenico” dei media da dove potranno dire la loro.

“Alcune realtà – sottolinea il delegato provinciale del Coni – in questo periodo sono state un po’ trascurate e credo ci sia ora l’occasione di affrontare punti critici che a settembre lo saranno ancora di più, come le associazioni sportive che si appoggiano alle palestre. In questi casi, se non ci sarà una sanificazione quotidiana, i ragazzi saranno impossibilitati e ci ritroveremo soli, anche nello sport”. Saranno organizzati anche momenti di filosofia ed approfondimenti sul Covid-19.

Ospite d’onore della conferenza stampa di presentazione di “Sportdays”, il presidente regionale del Coni, Sergio Roncelli. “Questa manifestazione è stata inserita nelle buone pratiche a livello nazionale perché riesce a mettere bene in contatto giovani e sport. Sarebbe stato un peccato interromperla. In Campania speriamo di proseguire lungo la scia del miracolo delle Universiadi. Stiamo ben collaborando con le istituzioni, speriamo di continuare così. Proprio in questi giorni, è stato deciso che tutte le attrezzature non utilizzate dalle Universiadi, saranno affidate al Coni per essere poi assegnate alle associazioni e alle federazioni sportive”.