FOTO E VIDEO / Qui Mercogliano, Grazia si vaccina “scortata” dal giovane assessore: “Covid peggio di guerra e terremoto”

0
13

Alfredo Picariello – La giovane e l’anziana signora. E’ un bel messaggio di speranza quello che arriva da Mercogliano dove, questa mattina alle 9.20, sono iniziati i vaccini anti-covid. La prima dose è per Grazia Pellecchia, 85enne di Summonte. Il suo ingresso nel centro vaccinale, allestito nella piscina comunale, Grazia lo fa accompagnato dall’assessore alla Sanità di Mercogliano, Annachiara Coppola, giovanissima. Grazia e Annachiara, la signora si appoggia a lei, è un po’ spaesata ma per nulla impaurita.

Entra in uno dei due box realizzati dal Comune. Qualche domanda e poi la siringa. Tutto fila liscio, dopo qualche minuto la signora Grazia va nella stanza “osservazione”. Qui la raggiunge Carlo Mascolo, il secondo anziano del gruppo. Grazia sta bene e invoglia tutti a fare il vaccino. “Questo virus è una cosa tremenda, io lo posso dire, perché ho vissuto guerra, terremoto ed altre malattie, ma il covid è maledetto”.

 

L’organizzazione del centro vaccinale di Mercogliano è perfetta. Una macchina oliata messa su dall’amministrazione comunale. In prima fila, oggi, il sindaco Vittorio D’Alessio e l’assessore Coppola. Ovviamente, fondamentale anche l’apporto dei volontari della Misericordia di Mercogliano e delle forze dell’ordine.

A Mercogliano fanno capo anche Summonte, Ospedaletto d’Alpinolo e Sant’Angelo a Scala. Una giornata importante, l’ennesima, per la provincia di Avellino. Questa volta anche sotto lo sguardo attento e benevolo della Madonna di Montevergine.