FOTO E VIDEO / Osservatorio di Montevergine, eccellenza da tutelare: il Parco del Partenio ci crede

11 Settembre 2021

Alfredo Picariello – E’, senza nessun dubbio, un’eccellenza. Al punto tale, da ricevere premi e riconoscimenti internazionali. L’ultimo negli Stati Uniti d’America. E’ l’osservatorio meteorologico di Montevergine, ubicato proprio al fianco dell’Abbazia dove “risiede” Mamma Schiavona. Un’eccellenza dal punto di vista storico e logistico ma, soprattutto, dal punto di vista scientifico. Un vero e proprio punto di riferimento.

Ma, come troppo spesso accade in provincia di Avellino, l’osservatorio oggi riesce a portare avanti la propria storia e la propria attività quasi esclusivamente per merito dell’associazione no profit “Montevergine osservatorio” guidata da Vincenzo Capozzi. Il quale ieri ha lanciato un grido d’allarme. Il paradosso è che il più alto osservatorio di tutto il sistema degli Appeninini è poco attenzionato dalle istituzioni locali.

Un’inversione di tendenza, un unicum, al momento arriva dal Parco del Partenio presieduto da Francesco Iovino, che ha deciso di accedere i riflettori sull’osservatorio. Inoltre, grazie ad un protocollo di intesa con l’abbazia di Montevergine, sono in arrivo dei fondi per il rilancio del centro.

Ieri il Parco del Partenio ha dedicato un focus proprio all’osservatorio, con un dibattito molto interessante cui hanno preso parte anche degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Mercogliano della dirigente scolastica Alessandra Tarantino. Al tavolo, oltre Capozzi e Iovino, era presente anche l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Mercogliano Elena Pagano, che ha “lodato” l’attività dell’osservatorio.

Al termine del convegno, il Parco ha voluto rendere omaggio all’associazione, premiando Vincenzo Capozzi, e alla Pro Loco di Mercogliano presieduta da Stefania Porraro.