FOTO E VIDEO / Nuovi posti di lavoro e nuovo impulso al commercio, Avellino comincia a rivedere un po’ di “sole” da via Ferriera

2 Dicembre 2020

Alfredo Picariello – Nuovi posti di lavoro e nuovo impulso per il commercio e non solo. La città di Avellino rivede un po’ di “sole” proprio nella parte del capoluogo che ha vissuto un lungo periodo di buio. Si riparte da via Ferriera e da quella struttura che, forse, chi nel dopo terremoto aveva pensato, immaginava potesse portare sviluppo e splendore. Il Mercatone, invece, per oltre 30 anni, è stato il simbolo dello spreco, del degrado e dell’abbandono. Oggi il “gigante malato” prova a rinascere e a ripartire, cercando anche di essere di buon auspicio in questo periodo di pandemia.

Si riparte da “Vivendi”, il privato che ha sostenuto e realizzato l’intervento di ristrutturazione da 9 milioni di euro, grazie al project financing approvato nel 2017 dall’amministrazione guidata dall’allora sindaco di Avellino Paolo Foti. Oggi, il primo mattone di un intervento più complesso che dovrebbe essere concluso entro gennaio.

Alle 9.30, in leggero ritardo rispetto alla tabella di marcia, ha aperto i battenti “Sole 365”, parte del gruppo Megamark, l’azienda di distribuzione più grande del Sud, tra i primi gruppi italiani della distribuzione organizzata, socia del gruppo Selex.

Al timone di “Sole 365” Michele Apuzzo, Technical Director di AP Commerciale. “Sentiamo addosso tutto il peso della responsabilità di riaprire una struttura che è stata chiusa per tanti anni, completamente abbondata. Grazie anche al nostro contributo, da oggi proviamo a rimetterla in pista”.

Il colpo d’occhio per chi entra nel nuovo supermercato è bello. Parliamo di un luogo pieno di luce e di colori, ordinato e ricco di reparti che all’interno contengono salumeria, macelleria, frutta e verdura, cucina con piatti pronti, panetteria, pescheria e pasticceria, con dolci appena sfornati.

Tutto al proprio posto, nel pieno rispetto dello slogan “La spesa. Tranquilli”, con il modello di “Sole 365” (Everyday low price), tutti i giorni prezzi bassi, progettato per consentire ai clienti di spendere meno.

L’emozione di rientrare nel “nuovo” Mercatone è stata grande per tutti, a cominciare dai cittadini. Dopo il taglio del nastro e la benedizione del prete, è partita “la corsa” agli acquisti, ovviamente tenendo sempre ben presenti le regole anticontagio.

A girare in lungo e in largo la struttura il sindaco di Avellino, Gianluca Festa, che alle 8.30 era già in via Ferriera. “Oggi – dice – è una bella giornata per la città, finalmente rivive questo gigante malato che ha rappresentato per certi versi la fase fallimentare della prima Repubblica”.

“Questa amministrazione tra gli obiettivi ha anche quello di superare quel periodo e dare slancio al capoluogo. Avevo annunciato tre interventi per la fine dell’anno, l’apertura del Mercatone, di piazza Castello, il completamento dei lavori del tunnel. Oggi abbiamo inaugurato il Mercatone, nelle prossime settimana piazza Castello e tunnel”.

Come dicevamo, “Sole 365” è il primo tassello di un progetto di ristrutturazione più ampio. Oggi sono stati consegnati anche gli uffici “dei quali si occuperà il Comune ma che non saranno necessariamente comunali”, sottolinea Festa. Inoltre, previsti un asilo comunale, un centro di riabilitazione, una braceria ed un’area eventi nella piazza all’aperto.

“Più che vivendi, dunque, parliamo di viventi”, scherza il primo cittadino. “Avellino riprende vita da un’opera simbolica”.

Insistiamo sul tunnel, sui dettagli. “C’è ancora qualche piccolo problema con le fognature ma siamo quasi pronti, entro fine anno completeremo l’opera che dovremmo aprire nel 2021”. Arriva, alla fine, la domanda legittima sul futuro del mercato bisettimanale di Avellino, sempre più grigio visto che Campo Genova sarà indisponibile ancora per tanto tempo. Festa, però, glissa. “Parliamo di Mercatone. Grazie e buona giornata”.