FOTO E VIDEO / Maltempo, la “cronaca” di una giornata da dimenticare per Avellino. Protezione civile: ancora allerta meteo

15 Ottobre 2020

Una giornata da dimenticare per Avellino. Buona parte della città si è risvegliata “sott’acqua”, a causa del violento nubifragio che si è abbattuto sul capoluogo e sull’Irpinia a cominciare da stanotte.

Le immagini delle strade completamente invase dall’acqua parlano da sole. Gravi disagi soprattutto per i commercianti di alcune zone di Avellino, in particolare la Ferrovia, dove gli esercenti si sono ritrovati acqua, detriti e fango nei negozi e sono stati costretti a chiudere, perdendo una giornata di lavoro.

Sui Cappuccini, la rotonda posta nella parte alta, nei pressi dell’ex ristorante “La Caveja”, per intenderci, si è trasformata in una piscina. La stessa scena, che poi si ripete ogni volta che piove un po’ in più, a piazza Kennedy. Lo stesso dicasi per rione Ferrovia. Qui i cittadini sono sul piede di guerra, così come in via Francesco Tedesco. Lamentano disagi annosi e appena stamane hanno visto il sindaco Gianluca Festa, lo hanno “assalito”.

Nei luoghi in cui il maltempo è stato più inclemente, sopralluoghi anche da parte dei vigili urbani di Avellino, con il comandante Arvonio direttamente in campo, oltre ai vigili del fuoco.

Intanto, la Protezione civile della Regione Campania ha prorogato di ulteriori 24 ore la vigente allerta meteo. Fino alle 18 di oggi, giovedì 15 ottobre, è in vigore il livello di criticità idrogeologica Arancione su tutto il territorio ad esclusione delle zone 4 (Alta Irpinia e Sannio), e 7 (Tanagro) sulle quali il colore di allerta attualmente è Giallo. Dalle 18 di oggi e fino alla stessa ora di domani, venerdì 16 ottobre, si passa al livello di criticità Giallo sull’intero territorio, ad eccezione delle zone 4 e 7 sulle quali le condizioni meteo non prevedono criticità. Dal tardo pomeriggio di oggi le precipitazioni da “diffuse” diverranno “locali” e potranno avere anche a carattere di rovescio o isolato temporale.