FOTO E VIDEO / L’Irpinia unita per i diritti umani. Mostre, dibattiti e appelli per Zaky e Afghanistan

19 Agosto 2021

Alfredo Picariello – Il 16 giugno scorso era il compleanno di Patrick Zaky, studente universitario a Bologna detenuto in Egitto dal 7 febbraio 2020. E l’avvento così frettoloso dei talebani in Afghanistan non era facilmente prevedibile. Oggi, dopo due mesi esatti, è purtroppo una cruda realtà e quindi si apre, più forte che mai, un’altra vera emergenza per la violazione dei diritti umani. Cosa che non sfugge, ovviamente, ad Amnesty International. Stamattina la referente Attivismo della Circoscrizione Campania-Basilicata di Amnesty, Nessa Gibbardo, nel presentare la mostra “L’Irpinia unita per i diritti umani – 50 storie troppo simili per essere diverse”, ha voluto ovviamente sensibilizzare la provincia di Avellino anche su quanto sta succedendo in Afghanistan.

La mostra itinerante “L’Irpinia unita per i diritti umani” sbarca in provincia dopo Bologna, Latina e Crotone. Ed è un omaggio a Patrick Zaky. E’ promossa da  Amnesty International e 6000 Sardine e patrocinata da associazioni e istituzioni. In 9 Comuni della provincia, ecco cinquanta pannelli, esposti in modalità diffusa in suggestive location, disegnati da Gianluca Costantini e recanti i volti e le storie di 50 prigionieri di coscienza detenuti 19 differenti Paesi.

Ospiteranno l’evento Aiello del Sabato, Ariano Irpino, Atripalda, Avellino, Baiano, Calitri, Cesinali, Montella, Montemiletto. L’iniziativa ha il patrocinio morale: Comune di Aiello del Sabato; Comune di Avellino; Provincia di Avellino. La mostra sarà accompagnata – nei diversi comuni ospitanti – da incontri tematici, proiezioni, presentazioni.

Si parte da Avellino, Casino del Principe, fino al 30 agosto. Previsti dibattiti anche sul G8 di Genova.