FOTO E VIDEO / Irpinia, si ritorna a scuola solo a Bagnoli e Contrada. Il sindaco De Santis: “Scelta coraggiosa ma sofferta”

25 Novembre 2020

Alfredo Picariello – A Contrada, questa mattina intorno alle 8, sembrava un giorno normale, o quasi, in via Roma. Il vigile urbano che sostava dinanzi l’edificio dell’istituto “Ammaturo” e le prime mamme, e non solo, che accompagnavano i propri figli a scuola, parcheggiando in maniera disciplinata difronte il plesso scolastico.

Il paese a due passi da Avellino, insieme a Bagnoli Irpino, è l’unico in Irpinia a riaprire le scuole e a dare la possibilità di tornare a fare lezione in presenza per asili e prima elementare, sulla scorta dell’ordinanza della Regione Campania che ha sbloccato il rientro in classe per gli alunni nella fascia d’età tra 0 e 6 anni.

Eppure a Contrada, nei giorni scorsi, c’erano stati dei malumori tra i genitori che avevano minacciato di non mandare i figli a scuola questa mattina. Stamane, però, alla fine, il rientro in classe c’è stato. A scuola una classe della prima elementare e tre dell’asilo. In tutto una sessantina di bambini. All’ingresso misurazione delle febbre, in classe mascherine e distanziamento.

Ma il timore delle mamme, quello c’è sempre. Lo si legge nei loro occhi, mentre danno le ultime raccomandazioni ai figli fin sull’uscio della scuola. “Forse si poteva star chiusi ancora. Il virus c’è e può attaccare chiunque”, riflette qualcuna.

“Le scuole a Contrada riaprono in sicurezza”, assicura il sindaco Pasquale De Santis. “Anche gli altri miei colleghi sindaci, nelle mie condizioni (il numero basso di contagi, ndr), avrebbero fatto la stessa cosa. Ho avuto un po’ più di coraggio ma è stata una scelta sofferta”.

Vediamo cosa accadrà negli altri comuni irpini.

Ad Ariano Irpino, Atripalda, Cassano Irpino, Gesualdo, scuole chiuse fino al 29 novembre, così come a Sant’Angelo dei Lombardi, Montella, Vallata e tutta la Baronia; fino al 30 novembre a Rotondi, San Martino Valle Caudina, Cervinara e Roccabascerana, Moschiano, Taurano e Sturno; fino al 3 dicembre ad Andretta, Aquilonia, Bisaccia, Capriglia, Montemiletto, Nusco, Volturara, Calitri, Avella, Baiano, Mugnano del Cardinale, Quadrelle, Sperone, Sirignano, Pietrastornina, Monteforte, Grottaminarda e Solofra.

Hanno deciso di prolungare la chiusura delle scuole fino al 4 dicembre Serino e Santa Lucia di Serino, fino al 5 Mercogliano, Montoro e San Potito Ultra, fino al 7 Lauro, all’8 Domicella e al 9 Lioni e Montella.