FOTO E VIDEO / “Campania Libera è la lista delle idee”. “Va chiuso subito il ciclo dei rifiuti in Irpinia”. Regionali, ecco Basso

31 Agosto 2020

“Campania libera non è la lista dei voti ma è la lista delle idee”. Pronti, via: parte anche la campagna elettorale di “Campania Libera”, la squadra a supporto del governatore uscente Vincenzo De Luca. Oggi il giorno della presentazione dei quattro candidati che si presentano in Irpinia, con Sabino Basso come “punta di diamante”. Oltre Basso, ci sono anche Katia Di Pietro, Elisabetta Graziano e Giovanni Luigi D’Avanzo.

Basso, imprenditore conosciuto e stimato non solo in provincia di Avellino, ex presidente di Confindustria locale, si pone come obiettivo di rappresentare tutti i cittadini irpini, non solo gli imprenditori. Diversi i temi che intende portare all’attenzione. “Occorre chiudere immediatamente il ciclo dei rifiuti con il termovalorizzatore nello Stir di Avellino. Togliere di mezzo le ecoballe, dunque. In una società civile, il ciclo dei rifiuti va chiuso, nella nostra provincia, invece, è ancora a metà. Ad ogni modo – sottolinea – la Campania può crescere se punta sulle aree interne, se valorizza le aree interne”.

Sul biodigestore, tema dei temi. “Va fatto dove si produce maggiormente il rifiuto umido, quindi ad Avellino. E’ impensabile farlo a Chianche. Il biodigestore nell’area industriale dove ci sono le ecoballe, credo sia la soluzione più logica”.

Salvini? “Nella mia azienda sono passati tantissimi personaggi del mondo istituzionale. Apro le porte a tutti, senza nessuna preclusione, ma il mio sostegno va a De Luca. Se venisse un marziano da me, sarei pro Marte?”.