FOTO E VIDEO / Atripalda, il mercato nel Parco: buona la prima. Mentre Avellino “latita”

11 Giugno 2020

Alfredo Picariello – Buona la prima, è proprio il caso di dirlo. Il mercato settimanale del giovedì di Atripalda supera la prova della “riapertura”, dopo tre mesi di blocco forzato a causa dell’emergenza coronavirus. Complice, molto probabilmente, anche la bella giornata di sole mattutina, l’attività commerciale, a detta anche degli stessi esercenti, è stata quasi presa d’assalto dagli utenti che erano ormai smaniosi di poter fruire del “gioiellino”.

Tutto è andato nel migliore dei modi, insomma. Ha fatto la sua parte, ovviamente, l’organizzazione del mercato molto più disciplinata. Il Parco delle Acacie che lo ospita, infatti, è stato messo in sicurezza e appare molto ordinato. Le bancarelle sono state posizionate a seconda della categoria merceolgica: i 31 alimentaristi sono stati collocati nella strada di servizio e area di parcheggio esterna al Parco, gli 84 non alimentaristi hanno trovato posto, invece, all’interno del Parco insieme ai 5 vivaisti e ai 6 agricoltori.

A disposizione degli utenti ben due parcheggi per complessivi 200 posti ospitati lungo via San Lorenzo, “liberata” dagli stand dei commercianti e, dunque, di nuovo percorribile il giovedì mattina, e nei pressi dell’ex Centro Pmi e distanti poche decine di metri dall’area fieristica.

A due passi di Avellino, quindi, un mercato che, come detto, è un piccolo “gioiello”. Uno “schiaffo” per l’amministrazione comunale del capoluogo che invece, di fatto, da diversi mesi ormai sta bloccando il mercato bisettimanale.