FOTO / “De Luca è solo un bluff, la Lega cambierà la Campania con i fatti”. Regionali, parla Grassi. E D’Agostino: “Basta votare sempre le stesse persone”

FOTO / “De Luca è solo un bluff, la Lega cambierà la Campania con i fatti”. Regionali, parla Grassi. E D’Agostino: “Basta votare sempre le stesse persone”

16 Settembre 2020

Alfredo Picariello – Rush finale della Lega in vista delle elezioni regionali in programma domenica 20 e lunedì 21 marzo. Blitz ad Avellino dei senatori Massimiliano Romeo, capogruppo a Palazzo Madama, Luigi Augussori, Simone Bossi, Maurizio Campari ed Emanuele Pellegrini.

Nella sede di via Pasquale Esposito, inaugurata pochi mesi fa stesso dal leader del Carroccio, Matteo Salvini, ci sono il senatore Ugo Grassi, la candidata Biancamaria D’Agostino, e molti altri sostenitori della Lega, tra cui Oreste La Stella, presidente della Camera di Commercio di Avellino.

“Ci aspettiamo un eccellente risultato della Lega – afferma Grassi – la risposta che ci sta arrivando dai territori è magnifica. Il nostro partito sta dimostrando un grande interesse verso il Sud, per il rilancio industriale del Mezzogiorno che passi attraverso l’imprenditoria, il turismo. Anche il Meridione ha compreso che quello di Salvini è un progetto globale, un progetto nazionale, che non tende ad escludere nessuno”.

Ugo Grassi sembra fiducioso che il gap di Caldoro nei confronti di De Luca possa ridursi. “C’è un sentiment positivo verso il centrodestra – sostiene -. Per noi non è finita fino a quando non è finita, lotteremo fino all’ultimo minuto. I campani credo si stiano rendendo conto che De Luca non è altro che un bluff e che gli effetti della sua sciagurata politica degli ultimi cinque anni, sono sotto gli occhi di tutti. Non bastano tre mesi di dichiarazioni alla Crozza per cambiare lo stato delle cose”.

Il senatore ex Cinque Stelle respinge al mittente le “accuse” di una Lega antimeridionale. “In Italia, senza battere ciglio, abbiamo accettato la ricoversione di personaggi che giustificavano l’invasione, da parte dei russi, della Bulgaria. Nel 2014, quando il nostro leader ha dato vita alla Lega Salvini, ha chiesto scusa senza se e senza ma ai meridionali. A me, personalmente, interessa l’oggi, interessa il progetto della Lega per il presente e per il futuro. E il progetto è, per me, un progetto convincente, di ripartenza del Paese, del Mezzogiorno e della Campania”.

Naturale anche la domanda sul referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari in programma sempre per domenica e lunedì. “Ho partecipato ai lavori per l’approvazione delle legge ed ho notato che l’unico scopo del MoVimento 5 Stelle è quello di blindare la legislatura riducendo il numero dei parlamentari. Il nostro progetto è più ampio, è un progetto che certamente può dare inizio ad una riforma della Costituzione in senso federalista. Il regionalismo differenziato, si badi bene, non deve spaventare il Sud, perché è un modo efficace, se ben attuato, di controllare e verificare l’efficienza della pubblica amministrazione. Quindi credo che si debba andare a votare valutando i pro e i contro, tenendo in mente che può essere il primo passo verso una svolta federalista del Paese”.

Dopo le elezioni, Lega pronta a ripartire e a riorganizzarsi anche in Irpinia. “Ripartiremo da un progetto serio, legato ai territori ed allo stretto rapporto che abbiamo con essi. Chi si allontana dalla Lega, credo non condivida i nostri progetti e quelli di Matteo Salvini. Ma non siamo per nulla preoccupati dalle presunte defezioni che ci sono state”.

“Gli irpini hanno una possibilità per non lamentarsi più”. Lo afferma l’avvocato D’Agostino: “Perché non ci si può lamentare e votare poi sempre per le stesse persone, artefici del disastro della nostra provincia. Occorre svegliarsi, darsi una mossa. La Lega punta su un cambiamento sostanziale, punta su progetti nuovi, approcci nuovi, persone nuove”.

In campagna elettorale, è emersa anche la questione del Tribunale di Avellino, di un palazzo di Giustizia sempre più fatiscente. “Si parla di lavori da ormai 12 anni, quando ero consigliere dell’Ordine degli avvocati e facevo parte della commissione manutenzione. Constato però che questi lavori vanno a rilento e quindi credo sia più giusto utilizzare i fondi per la realizzazione di una cittadella giudiziaria, sfruttando diversamente l’area di piazza D’Armi”.

Anche la questione mercato bisettimanale di Avellino, con i commercianti che non possono più lavorare ormai da 9 mesi, tiene banco. “La Lega è da sempre vicina agli imprenditori, alle partite Iva, ai lavoratori autonomi, ai commercianti. Credo che il sindaco di Avellino debba adoperarsi al più presto per riattivare il mercato in città”.

Parla di imprenditoria anche Massimiliano Romeo. “Noi siamo per rilanciare il Sud con i fatti e non più con le parole. Non siamo per nessuna forma di assistenzialismo, siamo per lo sviluppo vero, basato sulle imprese e sul lavoro. La strada giusta è quella dell’autonomia”.