FOTO / Dalla Svizzera ad Ariano passando per Montecalvo Irpino: presidi medici per il “Frangipane”

FOTO / Dalla Svizzera ad Ariano passando per Montecalvo Irpino: presidi medici per il “Frangipane”

14 Luglio 2020

Materiali per contrastare la diffusione del Covid-19. Sono state donate al “Frangipane” di Ariano Irpino, da parte di una delegazione di cittadini di Montecalvo guidata dal sindaco Mirko Iorillo, soluzioni idroalcoliche in diverse pezzature, gel idroalcolico, guanti monouso, mascherine FFP2/KN95, mascherine mediche e 1200 calzari ospedalieri blu.

Il lotto consegnato all’ospedale fa parte di una donazione giunta dalla Svizzera, organizzata da Michele D’Addona, un cittadino di Montecalvo che vive a Ginevra. D’Addona ha coinvolto la Novatech SA, di cui è socio, la Revenu Lobard e la Commune de Puplinge per raccogliere il materiale da inviare in Italia. Un parte è andata all’ospedale, il resto della donazione era per il Comune di Montecalvo che l’ha girato all’associazione di pubblica assistenza “Vita”.

“Sono nato a Montecalvo ed in un momento così difficile non potevo restarmene con le mani in mano – spiega Michele D’Addona – ho realizzato un progetto per aiutare l’ospedale di Ariano Irpino grazie al contributo della Novatech, l’azienda per la quale lavoro e collaboro come tecnico di laboratorio. Sono riuscito a coinvolgere anche la Revenu-Lombard che ha fornito i flaconi e le autorità comunali di Puplinge.

“Ringraziamo il signor D’Addona per essersi prodigato per la sua comunità di origine – dice Mirko Iorillo – a dimostrazione che il legame con le proprie radici resta solido nel tempo”.